Guida All'acquisto 2015. Trek Domane Disco 6.9

Non è perfetto, solo spettacolare

Kent Pell

Il Domane Disc 6.9 ha le sue peculiarità. Tuttavia, penso anche che possa essere la bici più intelligente e amichevole che abbia mai guidato.

Inizierò con queste stranezze, vale a dire, il perno disaccoppiatore IsoSpeed, che consente al reggisella di piegarsi ulteriormente e più facilmente che se fosse attaccato al tubo orizzontale. Altri revisori, così come i miei colleghi di BICYCLING, sembrano concordare sul fatto che IsoSpeed abbia eccellenti capacità di deglutizione degli urti. Per la maggior parte, trovo che la Domane sia più conforme e più fluida rispetto alla maggior parte delle bici da strada. Dalla sella, noto sfumature sorprendenti di immobilità ed efficienza, con due asterischi.

Il primo è che l’IsoSpeed ammortizza solo i miei glutei. Il giro sembra un po’ sconnesso poiché la parte anteriore della bici si diffonde meno del bagagliaio. La parte anteriore della Domane si sente ancora più cedevole della maggior parte (insieme alla soffice ma non ingombrante imbottitura in schiuma Bontrager IsoZone sotto il nastro della barra Bontrager), ma non è tollerante come la parte posteriore.

Asterisco due: IsoSpeed fa il suo dovere proprio quando sono seduto. Quando sono dalla sella, l’anteriore e il posteriore spianano la strada in maniera più sincronizzata. È fantastico, tuttavia, la moto si sente notevolmente diversa da quando sono seduto. Questo di solito è vero in diversi gradi su praticamente tutte le biciclette, ma qui il cambiamento è più pronunciato.

Kent Pell

Tuttavia, l’IsoSpeed funziona. Inoltre è parte del motivo per cui la Domane è diventata la bici preferita per i viaggi più lunghi e le strade più accidentate: dal momento che è così dannatamente eloquente e, anche se di solito non mi piace la parola, comoda.

Passiamo ora alle altre caratteristiche che rendono la Domane una bicicletta performante, ma funzionale e facile da guidare.

Sono abituato al fatto che le biciclette da strada siano efficaci e incredibilmente veloci. E la Domane Disc 6.9 mi sembra molto più rigida della serie da corsa Madone 7 di Trek: dovrebbe essere veloce in salita. Tuttavia, il manubrio sembra pesante e direi che i dischi includono una penalità di peso di mezzo chilo. Non ho mai sentito un’arrampicata lenta sul Domane Disc, ma non l’ho mai sentita neanche velocemente. La bici ha una marcia abbastanza bassa che girare in salita non richiede i quad di Dio, ed è accoppiata con il miglior cambio sul mercato stradale, Shimano Di2.

E scendendo, oh mio Ecco un aneddoto che delinea la mia esperienza: abbattendo un passo di alta montagna in Colorado, ho visto che mi stavo avvicinando a un’auto che si muoveva più lentamente nella mia corsia e mi sono svegliato per bere qualcosa. Ho guardato casualmente la mia moto e ho notato che mi muovevo a quasi 97 km/h, con una sola mano sul manubrio, la bicicletta ancora brillantemente composta.

Feedback e precisione sono eccezionali anche nelle curve veloci. Accoppiato con gli straordinari freni a disco idraulici R785 di Shimano, il Domane è il mio numero uno con un proiettile per qualsiasi discesa su strada. Anche qui l’IsoSpeed potrebbe giocare un ruolo, mantenendo teoricamente la bicicletta più connessa alla strada.

La Domane Disc è una delle primissime bici da strada disponibili con perno passante anteriore e posteriore. Questi migliorano la precisione dello sterzo poiché irrigidiscono l’interfaccia telaio/ruota, afferma Michael Mayer, road brand manager di Trek, e assicurano anche che la ruota sia correttamente allineata nel forcellino, riducendo l’opportunità di sfregamento disco-rotore.

E se sei un fan dei pneumatici grandi, i Bontrager R3 Hard-Case Lites da 25 mm di Domane ti faranno sorridere, così come lo spazio per pneumatici molto più larghi. La bicicletta ha facilmente ospitato i 29 che ho installato in seguito e credo che avrei potuto raggiungere i 32 mm. Anche le ruote sono predisposte per tubeless.

Il Domane ha le migliori ruote, il miglior cambio, stabilità alla velocità, maneggevolezza accurata, una guida fluida e la capacità di prendere pneumatici larghi, freni compatibili con tubeless, perni passanti, supporti per parafango, ingranaggi mortali, peso ridotto, e una garanzia a vita sul telaio. Questa bici offre così tanto che, nonostante le sue stranezze, non posso negarlo. La Domane Disc è una delle migliori bici da strada disponibili.

Tutto quello che c’è da sapere
Bici elegante e ad alte prestazioni Che è liscia e versatile Perni passanti
anteriori e posteriori convertibili in QR tradizionali con qualche sacrificio di rigidità
Il miglior cambio (Shimano Di2) e frenata (dischi Shimano R785 litri) sulla strada mercato

Peso: 76 kg (54 cm)
Info: trekbikes.com

I parafanghi sono meravigliosi
Questa è stata la prima bici moderna che conoscevo che aveva un legittimo lignaggio da corsa professionale oltre ai supporti per parafango. Dopo che abbiamo avuto la nostra prima neve in Colorado, ho installato i parafanghi senza vergogna.