Home Blog

Guida All’acquisto 2012. Percorso Mountain Bike

Santa Cruz Blur TRc R XC,800

Per anni, Santa Cruz ha offerto solo due versioni della sua ammiraglia Blur. La vivace bicicletta XC offriva 100 mm di escursione mentre la LT, con 140 mm di escursione, si rivolgeva ai ciclisti più turbolenti. Tuttavia, quest’anno, l’azienda ha trovato un’area nel mezzo per un terzo Blur. Il TRc ha una personalità unica. Il tubo di sterzo allentato, ad esempio, aggiunge stabilità nelle discese ripide, ma richiede anche di caricare l’avantreno in curva per evitare il lavaggio. Il movimento centrale basso, che consente alla bici di sfrecciare in curva e rimanere in posizione verticale su terreni tecnici e a bassa velocità, porta a colpi di pedale più regolari. Ma se sei veloce su salite e discese e cerchi il piacere sulle tue bici, Blur TRc potrebbe essere la soluzione ideale.

Leggi la recensione completa qui.

di 12

Trance gigante X3,250

L’X3 viene fornito con parti eccellenti dato il prezzo economico. Le responsabilità della sospensione anteriore sono gestite da una forcella Fox con un perno passante da 15 mm, un sistema più sicuro e rigido che non si trova spesso sulle bici a questo prezzo. Le ruote del marchio Giant sono pronte per tubeless: la conversione richiede solo nastro adesivo e sigillante e gli eccezionali pneumatici Schwalbe Nobby Nic, sebbene non tubeless, offrono una grande trazione, curve prevedibili e un’efficienza di rotolamento ragionevole. Poiché il Trance X3 è destinato a scendere così come a salire, Giant ha aggiunto in modo intelligente un rotore del freno anteriore più grande per un maggiore controllo dell’arresto. Il deragliatore anteriore Shimano e il cambio a tripla torsione sono superbi e sono abbinati a un deragliatore posteriore e a una cassetta SRAM capaci. I freni Avid Elixir 1 funzionano bene, ma si sono dimostrati incoerenti e difficili da enfatizzare su diverse biciclette di valutazione,quindi i costi di manutenzione potrebbero sommarsi.

Leggi la recensione completa qui.

di 12

BMC Trailfox TF01 Carbon XT ,000

Questa azienda svizzera potrebbe essere meglio conosciuta per il suo modello da strada SLR01 che Cadel Evans ha portato alla vittoria al Tour de France 2011, ma il marchio ha costruito mountain bike da quando è stato fondato nel 1986. In effetti, BMC una volta stava per Bobs Mountain Company , il nome degli abiti. La Trailfox da 150 mm segue quella tradizione di creare bici fuoristrada di qualità e aggiunge in ognuna delle caratteristiche moderne indispensabili. Il suo telaio in carbonio pesa solo 25 kg (incluso il perno passante posteriore 142×12) ed è stato costruito per resistere ai rigori dei campi di prova delle BMC nelle Alpi. la cabina di pilotaggio promette maneggevolezza. Ti godrai la funzione di regolazione del viaggio sulla forcella Fox nelle uscite epiche, così come i freni Shimano XT e la trasmissione 3×10 sono artisti affidabili.

di 12

Sensore Bici GT 4.0,540

I pedali in alluminio del Sensor 4.0 ti permettono di sapere che questa bici è stata progettata per il divertimento di tutti, dai principianti ai ripper all-mountain. I ciclisti di qualsiasi livello possono fare affidamento sulla durata di questa bici. La comprovata disposizione delle sospensioni i-Drive della GT offre prestazioni di pedalata senza oscillazioni e la resistente struttura in alluminio idroformato si trova sui modelli Sensor più costosi. Questo rende l’economico 4.0 un’ottima scelta per i motociclisti con un budget limitato o per chiunque abbia intenzione di aggiornare i componenti dalla build originale. Tuttavia, con freni a disco idraulici (con un rotore anteriore sovradimensionato) e pneumatici Maxxis robusti, il sensore è pronto per guidare duro così com’è. La bicicletta da 120 mm di escursione è gestita tramite un ammortizzatore X-Fusion 02 e una forcella RockShox XC32. La geometria ben bilanciata dei telai non ti ostacolerà durante il ridimensionamento,anche su ripide salite in vetta o sballottati al pub in discese impegnative.

di 12

Carabina intensa SL, 820

Intense produce squisiti telai in alluminio dalla sua fabbrica della California meridionale, ma l’azienda ha anche iniziato a produrre telai per plettri all’estero: la Carbine è la sua prima bici prodotta all’estero ed è tra i suoi primi modelli in fibra di carbonio. Progettato per i ciclisti a gambe incrociate e su percorsi, il telaio Carbine SL pesa cinque libbre (con una scossa Fox RP23 rivestita di Kashima) e utilizza l’efficiente sospensione VPP a pedalata sicura, autorizzata da Santa Cruz. Il terzo punto in carbonio ha due posizioni di shock-mount, quindi è possibile scegliere 4,75 o 13 cm di escursione posteriore. Un tubo sterzo conico, attacco inferiore pressfit e perni ammortizzatori da 15 mm aggiungono rigidità, mentre gli attacchi in ceramica riducono al minimo il peso. I motociclisti che desiderano avere una maggiore escursione delle sospensioni dovrebbero dare un’occhiata alla tipica carabina, che include 160 mm di squish.Le persone che hanno bisogno di una macchina più leggera saranno più contente della Carbine SL.

di 12

Kona Tanuki Deluxe

Per quasi 25 decenni, Kona ha adottato un unico principio guida: creare biciclette divertenti, economiche e durevoli. Il nuovo Tanuki corrisponde perfettamente a questo obiettivo. (Il titolo della bici è ironico: Tanuki è un mitico cane procione giapponese noto per i suoi organi riproduttivi giganti e l’amore per i liquori.) Il modello Deluxe di prezzo medio è una bicicletta da 130 mm con una mentalità aggressiva che presenta un doppio telaio in alluminio serie 7005 a spessore. C’è un tubo sterzo conico di 68 gradi e un generoso spazio di standover per aiutarti su qualsiasi percorso. Una scossa Fastrax AF2 di marca Kona gestisce un’affidabile sospensione a quattro barre con trave mobile. Una forcella RockShox Secktor con perno passante da 15 mm gestisce gli obblighi di sospensione nella parte anteriore. Altri componenti includono una trasmissione Shimano 3×10 e freni Avid. Il Tanuki è offerto in sette taglie,garantendo una vestibilità perfetta per ogni pilota.

di 12

Marin Mount Vision XM6,100

Marin ha rinnovato il suo sistema di sospensione Quad-Link per il 2012 utilizzando un design a bilanciere che offre una sensazione e un aspetto completamente nuovi. Il collegamento rivisto mantiene un rapporto di leva in aumento, che fornisce una pedalata scattante, ma le biciclette sono ora più morbide, consentendo ai passeggeri di entrare meglio nell’ultimo terzo del viaggio sui più grandi successi. Oltre a rivedere la sua sospensione, Marin ha anche introdotto diverse nuove versioni. L’XM6 è una bici da trail aggressiva con 140 mm di escursione e un angolo del tubo sterzo di 67,5 gradi. Le parti del serbatoio includono una forcella RockShox Sektor da 140 mm con uno sterzo conico e un perno anteriore da 15 mm. La scossa RockShox Ario gestisce bene il viaggio, sia che tu stia scalando tornanti tecnici su singletrack attraverso i boschi o martellando lungo una strada antincendio. Altri punti salienti dei componenti includono una trasmissione SRAM X7/X5 a 10 velocità,Pneumatici Maxxis Ardent e ruote Avid Elixir 1.

di 12

Pivot Mach 5.7 X0 ,500

Il Mach 5.7 combina la sospensione DW-Link più un telaio leggero per offrire una pedalata superlativa: è così eccezionale che non pensi di essere su una bicicletta con 145 mm di escursione. Un tubo sterzo conico posto a 67,1 livelli allentati migliorerà la tua sicurezza su terreni accidentati in velocità, e i collegamenti in fibra di carbonio delle biciclette, rinforzati con doppi cuscinetti, forniscono un’estremità posteriore rigida lateralmente. Sebbene la 5.7 fosse già ben nota (ha vinto il premio Bicycling Editors Choice nel 2011), Pivot ha migliorato il telaio con un perno passante posteriore e supporti freno post-style per creare un telaio ancora più maneggevole. Con soli 25 kg per telaio e ammortizzatore, il Mach 5.7 è leggero come molti telai in carbonio simili. Scegli uno dei sette kit di componenti di fascia alta. La versione top mostrata qui include una trasmissione SRAM X0, cockpit in carbonio FSA SL-K,e burrosa sospensione Fox rivestita di Kashima.

di 12

Specialized Stumpjumper FSR Comp EVO,300

Specialized utilizza una speciale connessione EVO per aumentare la corsa di 10 mm, fino a 150 mm, sullo Stumpjumper FSR. Il collegamento allenta anche la geometria, conferendo alla bici una posizione più competitiva. Per completare l’aspetto all-mountain di EVO, i designer hanno incluso parti selezionate a mano che trasformano la bici in una corsa da sogno quasi personalizzata. Insieme al reggisella telescopico Specialized Command Post BlackLite, la bicicletta hop-up viene fornita con un paracolpi, un guidacatena e un’ampia bicicletta anteriore Specialized Butcher a doppia mescola da 6 cm. Ulteriori dettagli includono un ammortizzatore Fox RP2 con Autosag proprietario, che elimina le congetture dall’impostazione della pressione dell’aria. Il mozzo posteriore 142+ dell’azienda rafforza la ruota posteriore. Aggiungi un set di freni Avid Elixir 7, una forcella RockShox Revelation e una guarnitura SRAM 2×10,e lo Stumpjumper EVO è pronto a scalare e abbattere qualsiasi cosa sul suo cammino.

di 12

Tomac Supermatic 120,400

La Supermatic 120 è una stella sconosciuta della categoria delle bici da trail. Introdotto lo scorso anno, il modello in carbonio è stato realizzato per essere il più leggero e rigido possibile, senza l’inclusione di un movimento centrale pressfit o di un perno passante posteriore, caratteristiche che si trovano sulla maggior parte delle biciclette di questa categoria. Il telaio da cinque libbre (incluso l’ammortizzatore) include 120 mm di escursione posteriore forniti da una sospensione a perno singolo con un collegamento oscillante. La Supermatic ha un angolo di sterzo di 68,7 gradi, foderi posteriori corti e una geometria minima del movimento centrale che significa che questa bici è in grado di sparare praticamente su qualsiasi strada, sia che si tratti di tornanti tortuosi, salite ripide, strade accidentate o discese veloci. con componenti di prezzo medio, la bici mostrata qui pesa solo 225 kg. E con la leggenda della mountain bike John Tomac che testa e fornisce input di design al framework,il design della bici enfatizza la velocità della luce.

di 12

Trek Fuel EX 9.7,840

Le biciclette Treks Fuel EX sono flessibili e anche la gamma di nove modelli ha qualcosa per ogni istituto finanziario (i prezzi partono da e fuori da ). Il 9.7 è la versione più economica per impiegare il triangolo anteriore in carbonio OCLV leggero e rigido di Treks. Il modello integra anche una trasmissione Shimano XT/SLX 3×10 e freni SLX collaudati. Versatilità e mentalità per andare ovunque sono complementari alla forcella e all’ammortizzatore DRCV (Double Rate Control Valve) proprietari di Treks, creati da Fox. La sospensione sembra complicata, ma la premessa è semplice ed efficace: una piccola camera d’aria fornisce una piattaforma di pedalata fluida e un’elasticità a piccoli urti, mentre un secondo soggiorno più lussuoso viene attivato quando la bici incontra colpi più grandi.Le sospensioni Treks ABP ruotano attorno all’asse posteriore per mantenere attivo il retrotreno e le gomme incollate al terreno durante la frenata e la pedalata.

di 12

Yeti SB66C XTR, 800

Yeti ha lanciato questa nuova bicicletta all-mountain da 15 cm la scorsa estate, utilizzandola per svelare la nuovissima piattaforma di sospensione dell’azienda, chiamata Switch Technology. Il design a doppio collegamento conferisce alla bici un senso di pedalata nitido e prestazioni di grande successo. Il segreto dietro la configurazione è un perno eccentrico che influenza la direzione a metà della sua rotazione per aiutare a mitigare le spinte delle corde e creare una piattaforma di pedalata stabile. (Lo stesso identico design è utilizzato sul nuovo Yetis 29er, l’SB95.) Indipendentemente dal nuovo design, l’SB-66 mantiene i tratti rivelatori di Yetis: un tubo orizzontale lungo e basso e un tubo sterzo lento che contribuiscono a rendere la bicicletta un discensore feroce. Questa versione di fascia alta include trasmissione e freni Shimano XTR 2×10 simili a gioielli. Fox fornisce l’ammortizzatore e la forcella e Thomson calcia l’attacco manubrio e il reggisella. Sebbene questa versione sia piuttosto costosa,i modelli più convenienti iniziano da

Primo Giro. Specialized Rhyme Expert Carbon 6Fattie

Primo Giro. Specialized Rhyme Expert Carbon 6Fattie

Sfida le leggi della fisica su questa bicicletta da donna con pneumatici maggiorati

Colin McSherry

Quando ero alle elementari, la mia classe ha fatto una gita al Mystery Spot a Santa Cruz, in California. Nel profondo delle sequoie c’era una strana area in cui le leggi della fisica e della gravità non si applicavano: le palline da golf avvolte in salita, i nostri compagni di classe diventavano più alti quando camminavano da un lato all’altro dello spazio e gli uccelli che tentavano di sorvolare facevano boomerang dalla direzione opposta.

Fino ad oggi non so ancora se il Mystery Spot fosse una bufala, un fenomeno naturale legittimo o qualcosa nel mezzo. Ma non importa: per tutte quelle due ore in cui sono stato lì, sono rimasto incantato e mi piace pensare che potrebbero esserci aree simili a wormhole su questo pianeta dove nulla si comporta come dovrebbe. È più divertente così.

Quello che abbiamo scoperto quando abbiamo analizzato lo Stumpjumper 6Fattie è che la corona a 28 denti, anche se più grande di quella che si usa normalmente su una normale bicicletta da percorso, è stata una scelta fantastica per scalare i tipi di gradi che sarai in grado di salire sul 6Fattie . Colin McSherry

Guidare la Specialized Rhyme FSR 6Fattie per la prima volta è come andare in bicicletta attraverso il Mystery Spot: niente accade come ti aspetti, e tutto è molto più divertente. Utilizzando i suoi pneumatici da tre pollici di larghezza fissati a cerchi in lega Roval Traverse da 29 mm di larghezza e 70 cm di diametro, la variante da donna plus-tire della nuova piattaforma Stumpjumper FSR (lanciato lo scorso aprile) prende in prestito lo stesso telaio, forcella da 150 mm e 135 mm della sospensione della ruota posteriore dalla versione 29er della Stumpjumper FSR 2016.

E questa bicicletta sfida le leggi della fisica dei sentieri. Per uno, l’attrito e la gravità non influiscono su questa bicicletta come dovrebbero. Raccogli questo e senti il suo peso; dai un’occhiata a quelle gomme paffute e puoi sentirle sorseggiare il tuo slancio in avanti, e tuttavia sono andato avanti incredibilmente velocemente su salite e appartamenti lisci. Qualsiasi peso extra e resistenza al rotolamento era sottile e l’energia che ho risparmiato grazie a questa presa apparentemente ha compensato questo.

Sono successe un sacco di cose strane. Su ripidi massi in salita o giardini rocciosi, quando credo, non c’è modo di avere abbastanza slancio per liberarlo, le gomme si frantumano sulle macerie e si spostano su e giù. Se non avessi avuto un ripido tornante in salita abbastanza stretto e avessi vagato sulla terra e sul fogliame off-camber sulle rive laterali, la bicicletta si è semplicemente aggrappata e mi ha lasciato percorrere un arco gigantesco di nuovo online. Ho ripulito segmenti rocciosi in salita che non avevo mai superato prima. Ho afferrato corridori molto più in forma e più abili in salita, e ci è voluto meno sforzo per raggiungere questo obiettivo.

La fonte della maggior parte della magia sono i pneumatici 650b 6Fattie larghi tre pollici: sono riuscito a ridurre la pressione da 13 a 14 psi per un’impronta enorme sulla strada. Colin McSherry A differenza del Mystery Spot, tuttavia, il fenomeno 6Fattie potrebbe essere parzialmente spiegato. Le gomme extra larghe, ovviamente, mi hanno permesso di abbassare la pressione dell’aria fino a 13-14 PSI; la corona a 28 denti della trasmissione SRAM X01 1×11 mi ha fatto girare per la gioia del mio cuore; e la piattaforma di sospensione FSR Specializeds (anch’essa rinnovata lo scorso aprile) è incredibilmente solida ed efficiente sotto la pedalata: puoi rendere l’ammortizzatore Fox Float Factory DPS sempre aperto e non scoprirai alcun bob. I pneumatici 650b nella larghezza plus possiedono un diametro di rotolamento simile a quello di un 29er di larghezza normale, aiutando il 6Fattie a raggiungere quella velocità libera,sensazione di crociera che ho osservato in 29er su flat lisce. Non sorprende che sia un po’ lento accelerare da un’interruzione, ma non appena sei in velocità, quelle grandi gomme possono trainare.

Il comportamento di 6Fatties in discesa è stato meno sorprendente, anche se il risultato mi ha lasciato ugualmente con gli occhi stellati. In una rete di sentieri rocciosi, di solito sono al confine e mi faccio strada attraverso giardini rocciosi orizzontali o in discesa a bassa velocità, tentando di prevenire il campo minato di buche in cui altrimenti potrei infilare una gomma anteriore. Ma sul 6Fattie, l’impugnatura extra sembrava dare più slancio ai colpi di pedale rapidi, facendomi andare alla deriva sul ruvido e, in generale, l’ammortizzazione in eccesso ha perdonato la mia tendenza a derping fuori a volte. Più linee erano grandi linee, e quando valutavo, il 6Fattie solcava la roba davvero luminosa. In genere ero più veloce e più sicuro di me quando scendevo di tutto, come alcune curve rischiose e rocciose che di solito mi inducono ad afferrare i freni.

Ottieni sicuramente qualche sospensione extra dalle gomme, e l’essenza di questa sospensione è un po’ simile a un rimbalzo con il tuo rimbalzo impostato più velocemente. Ma questo dà alla bicicletta una molla in più: quando sono saltato un po’ sull’appartamento, o ho catturato l’atmosfera su una piccola roccia o un tronco, la 6Fattie ha avuto un tempo di sospensione più lungo di una normale bici da pista, giocando fino in fondo a un guerriero preferito che include diversi opportunità per le gomme di lasciare il terreno.

Un mini-attrezzo nascosto dall’ammortizzatore alleggerisce ulteriormente il tuo carico. Colin McSherry

Ci sono stati momenti in cui sono stato svegliato di botto dall’incontro. Tra questi aggiornamenti al sistema Stumpy/Rhyme 2016 c’è una staffa di base inferiore per una gestione più agile. Quando ho guidato le biciclette al loro lancio in Nuova Zelanda, usando pneumatici di larghezza normale, ho notato che questo sembrava causare colpi di pedale in luoghi improvvisi (per esempio curve molto marginali fuori camber). Sul 6Fattie questo problema è ancora lì, e molto più evidente sui nostri sentieri rocciosi della costa orientale: sia io che un altro tester abbiamo scoperto che abbiamo colpito i pedali in situazioni strane che sembravano avere poco a che fare con il tempismo. Questa è un’osservazione coerente, quindi è qualcosa da considerare nel caso in cui guidi su un terreno accidentato.

Oltre a ciò, ho scoperto poche lamentele dai miei primi giri di prova. Ho guidato il massimo, il carbonio Rhyme 6Fattie FSR Expert, ma le versioni iniziano per la struttura Comp in alluminio. (Sono curioso di sapere se i modelli di fascia bassa rivelano le stesse caratteristiche di guida leggera del nostro tester.) La trasmissione SRAM X01 e il reggisella RockShox Reverb Stealth sarebbero i tipi di parti che funzionano così bene da rovinarti e, usando zaini di idratazione recentemente rifiutati per tutti ma i miei percorsi più lunghi, ho adorato il modo in cui lo scomparto SWAT dal tubo obliquo (nascosto dietro il portaborraccia) viene riempito con un tubo 6Fattie, liberandoti da uno zaino.

C’è un’altra esitazione che potresti avere riguardo a questa bicicletta. La prima volta che ho guidato la 6Fattie, mi sono sentito un po’ in colpa. Sono stato in grado di fare cose che non sarei stato in grado di fare su una bici da trail convenzionale, e anche la 6Fattie mi stava aiutando a mantenere ciclisti migliori in modi che sentivo di non meritare. Il pensiero ha attraversato la mia mente che forse andare in bicicletta questo perdonare, per troppo tempo, avrebbe ostacolato il mio avanzamento di capacità.

Poi ho pensato a dove avevo già sentito qualcosa del genere. Oh sì: la gente ha detto esattamente la stessa cosa delle biciclette a sospensione totale. Ma quello che ho scoperto un paio di anni fa, quando sono passato da una biammortizzata a una hardtail, di nuovo a una biammortizzata, è che le biciclette biammortizzate mi hanno dato una sicurezza e un comfort con un ritmo che è rimasto con me indipendentemente da cosa bici sono su.

Sei mai uscito per un giro su strada senza niente nella tua schiena? Lo scomparto SWAT nel tubo posteriore (riempito con un tubo e una minipompa) ti consente di abbandonare l’ingombrante e caldo pacchetto di idratazione: è assolutamente liberatorio Colin McSherry

Più precisamente, la mountain bike è tutta una questione di divertimento. E guidare il Rhyme 6Fattie è semplicemente uno dei più divertenti che abbia mai avuto in mountain bike. Per la settimana in cui ho avuto questa bici, non sono riuscito a stare fuori dai sentieri. Mi dispiaceva ogni volta che tornavo di nuovo al sentiero alla fine di un viaggio, e un giorno della settimana ho raddoppiato e ho guidato due volte al giorno perché volevo più tempo sul 6Fattie.

Quindi guidare questa moto mi rende un pilota migliore o mi fa solo sembrare? Non lo so, e se sono di questa bici, non mi interessa davvero. Per quell’ora o 2, sono solo felicemente assorbito dall’esperienza. Sto attraversando il Mystery Spot, e credo. È solo più divertente in questo modo.

Gloria Liu Contribuente Scrittrice, Bicycling & Runners World

Gloria Liu è una scrittrice in generale, e in precedenza è stata l’editor di funzionalità e attrezzature in Bicycling.

6 Ottimi Filtri Solari Che Non Si Staccano Mentre Guidi

6 Ottimi Filtri Solari Che Non Si Staccano Mentre Guidi

Ecco cosa usiamo per proteggerci dai dannosi raggi UV sulle nostre bici

Zealios Sun Barrier SPF 45

Per l’immunità all’acqua a lungo termine:
Zealios oil-free è trasparente e offre una solida protezione contro il sole senza quella sensazione di pellicola che molti filtri solari a base di zinco forniscono. È impermeabile per 80 minuti, quindi anche le tue corse più sudate non ti lasceranno esposto agli elementi e utilizza il maggior numero possibile di ingredienti completamente naturali senza sacrificare le prestazioni, secondo i fondatori dell’azienda. Zealios può anche essere un ospite di questo gruppo di ciclocross di Jamis, quindi capisci che i ciclisti hanno testato la roba.

Coola Suncare Unscented Sunscreen Spray SPF 15 e SPF 30 Viso

Per gli animali:
questa crema solare biologica, vegana e prodotta negli Stati Uniti è inodore e totalmente priva di parabeni. Ultra-velato e non grasso, è disponibile in uno spray SPF 15 e una speciale miscela formulata per il viso SPF 30 che è semplice da applicare e non ti farà scoppiare. Inoltre, puoi prenderlo dal nostro negozio di BICICLETTA.

Coola Suncare Unscented Sunscreen Spray SPF 15 e SPF 30 Viso

Neutrogena Ultra Sheer Dry Touch

Per una leggerezza super pura:

Beyond Coastal Lively Sunscreen SPF 30+

Per una facile applicazione:
lo stick per la protezione solare Beyond Coastal non è difficile da tenere a portata di mano in una confezione da 71 g. Stick per viso o taglia adatto alle compagnie aeree che è amico degli animali, senza olio e senza profumo. Ci è piaciuto il fatto che si spalmi facilmente come una lozione senza senso velato che trasmette così tante avventure al curry e include alcuni ingredienti naturali, come l’infuso di tè verde e l’erba mate.

Crema solare Hawaiian Tropic Sheer Touch SPF 30

Per questo odore di vacanza:
questo preferito tradizionale va su mite, non causerà sblocchi sulla pelle sensibile, arriva anche con un profumo tropicale di pia colada che riporta i viaggi dell’infanzia in piscina o in spiaggia. È privo di olio, non grasso, è disponibile anche con SPF 15, 30 e 50. Inoltre, cuoce a fuoco lento per un massimo di 80 minuti, quindi verrà via nel momento in cui inizi a sudare.

Informazioni : hawaiiantropic.com

Neutrogena Beach Defense 70

Per una protezione impermeabile il tuo medico può stare dietro:
realizzata con ingredienti di origine naturale e senza profumo, questa protezione solare d’élite è disponibile in versioni spray, stick e lozione. L’editore online di Bicycling James Hart giura sulla roba, che è propagandata da Neutrogena poiché la crema solare numero uno consigliata dai dermatologi. Utilizza Beach Defense da quando sono di pelle onesta, la mia famiglia ha una storia di cancro alla pelle e ho trascorso due anni vivendo in un posto con tassi di melanoma molto alti, dice. I miei papà hanno avuto molti problemi con il cancro della pelle, che è le cose che il suo medico gli ha detto di usare. Mi piace perché assolutamente non verrà via. Non devi riapplicare ogni 20 minuti poiché stai sudando troppo.

Dura-Ace 9000

Per l’anno modello 2013, Shimano lancia il suo ultimo gruppo da corsa su strada di fascia alta, lo Shimano Dura-Ace 9000. Insieme a un salto fino a 11 velocità, da 10, il set meccanico del prossimo anno è 77 grammi più leggero dell’attuale generazione, Dura-Ace 7900, e rende le modifiche più facili da attivare migliorando l’ergonomia della leva.

I cambi sono stati un punto focale della riprogettazione. Ritenendo che l’azione di cambiamento sul gruppo 7900 non fosse all’altezza, gli ingegneri Shimano hanno guardato indietro al proprio team 7800 per stabilire uno standard per le prestazioni del cambio. La società afferma che il nuovo gruppo riduce la campagna del cambio posteriore del 47 percento e lo sforzo per il cambio anteriore del 43 percento. Lancio della leva: lo spazio necessario per spostare ciascuna leva per azionare un cambio è stato ridotto del 30 percento. Anche il clic e il feedback del cambio sono stati migliorati e resi coerenti in tutta la gamma di marce utilizzando le tecnologie Vivid Index dell’azienda, che inizialmente ha sviluppato per i comandi XTR per mountain bike.

Poiché molti motociclisti trascorrono la maggior parte del tempo in giro per i cappucci delle leve, fino al 90%, afferma Shimano, le nuove leve delle leve del cambio sono formate per fornire al pilota una presa migliore quando si vola dai cappucci. La portata della leva può essere regolabile di 10 mm e i cappucci utilizzano una doppia mescola di gomma per migliorare la trazione.

Confronta le calotte 7900 (a sinistra) con le nuove calotte freno 9000 (a destra).

Dura-Ace 9000 inizierà ad apparire nei negozi intorno a settembre. Un intero kit costerà Oltre a questa trasmissione, Shimano ha ampliato la sua faretra di ruote di fascia alta ed è in procinto di rilasciare Dura-Ace Di2 9070, un aggiornamento del gruppo digitale originale dell’azienda.

Nuova gamma di ruote Dura-Ace

Il passaggio a 11 velocità ha richiesto un nuovo layout del mozzo, con una ruota libera più larga di 1,85 mm rispetto ai mozzi a 10 velocità. (No, la tua nuova cassetta a 11 velocità non si abbina ai mozzi a 10 velocità) Poiché la flangia lato trasmissione è stata spostata per fare spazio al mozzo libero, Shimano ha spostato la flangia non motrice verso l’esterno di 7 mm per garantire che le ruote con 9000- i mozzi della serie non perderebbero alcuna rigidità laterale. Il nuovissimo mozzo posteriore è più leggero di 137 g rispetto ai mozzi comparabili della serie 7000. Le ruote a 11 velocità saranno retrocompatibili, tramite un distanziale da 1,85 millimetri, con cassette a 10 velocità.

La serie 9000 comprende sette ruote, che si dividono in due categorie: freni aerodinamici in carbonio Blade e ruote in carbonio Accelerating Speed a basso profilo. Il Blade è offerto con una profondità di 50 mm (copertone e tubolare) o 75 mm (solo tubolare). La gamma Accelerating Speed ottimizza il trasferimento di potenza ed è disponibile in 24 mm (per copertoncino e tubeless da strada) e 35 mm (per copertoncino e tubolare).

La guarnitura perde un braccio

I freni 7900 aumentano la potenza

Shimano afferma che il nuovo sistema frenante è del 20% più potente del Dura-Ace 7900. Il miglioramento deriva dal design della pinza, che impiega un braccio più corto e un doppio asse simmetrico per schiacciare le pastiglie verso la superficie del freno. La nuovissima pastiglia freno rivestita in polimero e l’ergonomia migliorata aumentano ulteriormente l’elettricità. Le pinze sono sviluppate per cerchi più larghi da 23 mm, che stanno diventando sempre più comuni. Per i cerchi più larghi comunemente posizionati sulle bici da strada-28mm-Shimano venderà pastiglie più sottili come accessorio aftermarket. Il nuovo gruppo include anche una pinza a montaggio diretto, progettata per essere montata sotto i foderi orizzontali, per le biciclette che privilegiano l’aerodinamica.

Pedali Ottieni un lifting e opzioni di adattamento

Il pedale PD-9000 è funzionalmente lo stesso del recente pedale Dura-Ace, tuttavia offre nuove immagini e alternative adatte. Per i ciclisti che richiedono una posizione più ampia sulla bici, Shimano venderà assi più larghi di 4 mm. Sono disponibili anche kit di spessori per correggere l’angolo della tacchetta.

Shimano ha aggiornato la sua tacchetta per ruotare dal naso, invece del centro come l’attuale tacchetta gialla. La nuova tacchetta eliminerà il movimento laterale consentito dalla tacchetta gialla e avrà un unico livello di galleggiamento, anziché tre.

Catena più resistente e nuove cassette

La nuova serie a 11 velocità utilizza la placcatura in PTFE per ridurre l’attrito e aumentare la durata delle catene del 20%. Non ci sono più ritagli o perforazioni dalle piastre laterali del collegamento, il che aumenta la resistenza delle catene. A differenza del set 7900, può essere montato in entrambi i modi.

Il nastro è ora a 11 velocità e disponibile nelle seguenti configurazioni: 11-23, 25 o 28 e 12-25 o 28.

Creata per i corridori professionisti, questa opzione di cambio a barra cambia solo il deragliatore posteriore.

Aggiornato Dura-Ace 9070 Di2 perde peso

Anche il sistema elettronico Shimano ottiene un serio restyling, utilizzando una forma della leva rivista incentrata sui pulsanti del cambio che sono più larghi di 8 mm rispetto alle precedenti leve Di2: una critica al primo gruppo Di2 era stata la difficoltà nel distinguere tra i due pulsanti. 9070 adotta il cablaggio E-tube Ultegra Di5 cms, che utilizza cavi più stretti e stick a tenuta stagna, e riduce l’intero carico per il cablaggio da 120 a 90 g. La nuovissima scatola di giunzione a tre porte include una porta di ricarica, quindi no è più necessario rimuovere la batteria dalla bici per controllarla. Questa è una caratteristica particolarmente gradita per la maggior parte dei ciclisti che sceglieranno di utilizzare la nuova opzione della batteria interna Shimano, che si monta nel reggisella. Una scatola di giunzione a cinque porte opzionale consente ai motociclisti di incorporare comandi del cambio “satellitari” remoti.L’intero sistema funziona con un nuovissimo PC Flight Deck compatibile ANT+ di Shimano.

Dura-Ace Di2 avrà comunque un cambio satellitare opzionale che si trova sulla parte superiore della barra. Chiamato il cambio Roubaix, (precedentemente, il “interruttore degli scalatori”) è anche compatibile con Ultegra Di2. Shimano lancerà entro la fine dell’estate i comandi del cambio aerodinamici, che funzioneranno con i sistemi Ultegra Di2. Un’ulteriore alternativa al cambio TT è stata creata su richiesta dei corridori del WorldTour sponsorizzati da Shimano: invece di 2 pulsanti su ciascun cambio all’estremità della barra, ce ne sarà solo uno ed entrambi possono limitare i cambi di marcia: un pulsante gestirà i turni, un altro scala le marce . Con quel cambio, il pilota potrebbe cambiare il deragliatore anteriore dal cambio della barra di base sinistra.

Ora puoi installare il firmware che ti permetterà di cambiare numerose marce tenendo premuti i pulsanti, secondo il sistema Campys EPS. Puoi anche programmare in varie velocità di cambio e il numero di marce che hai sulla bicicletta, o scambiare lo scopo dei vari pulsanti.

Cannondale Synapse Alloy Disc 105 SE – Bici Da Corsa Endurance Ciclismo Ciclismo

Cannondale Synapse Alloy Disc 105 SE - Bici Da Corsa Endurance Ciclismo Ciclismo

Questa bici da endurance con telaio in lega è perfetta per le avventure di tutta la giornata e le gite di gruppo veloci

Stile Cannondale
: Endurance Road

Trasmissione: Shimano 105 con pedivella Cannondale Si

Distanza pneumatici: 32 mm

Dimensioni ruota: 700c

Il Synapse Disc 105 SE è il modello di punta della linea Synapse Alloy Disc a quattro biciclette. È un’offerta economica rivolta ai motociclisti che cercano tutte le prestazioni e la capacità fornite dalla linea Synapse. I componenti Shimano 105 offrono un buon rapporto qualità-prezzo, durata a prezzi accessibili e prestazioni di cambio e frenata eccezionali che imitano i componenti Ultegra di fascia alta di Shimano. Come tutte le bici della famiglia Cannondale Synapse, la 105 SE è perfettamente a suo agio su un’ampia gamma di terreni, dalle strade sterrate e asfaltate al singletrack leggero e oltre. Il moniker SE si trova in tutta la gamma Cannondale ed è un indicatore di modelli che hanno un aumento dei componenti rispetto ai loro cugini più vicini. In casi come questo, cerchi più larghi, pneumatici skinwall più grandi,e una manovella aggiornata con anelli super aerodinamici (32/48 t) distinguono la versione SE dal modello base Synapse Disc 105, il tutto per ottenere un aumento di tendenza del costo dell’adesivo.

La famiglia Synapse
La linea completa Synapse comprende 15 versioni: 11 quattro e in lega di carbonio. Le bici in lega iniziano da (per il tuo Disc Sora) e terminano con (per il Disc 105 SE). La famiglia del carbonio include due livelli distinti di fibra di carbonio, con costi che vanno a Tutti i telai si trovano nelle dimensioni da 44 cm a 61 cm.

Geometria rilassata I
tubi sterzo più alti e la geometria rilassata su tutti i modelli Synapse si combinano per una guida sicura e confortevole su terreni più accidentati. Quegli angoli rilassati (non è affatto una bici comfort, solo un po ‘più verticale della solita macchina da corsa dedicata al naso allo stelo) si estendono al passo, che è più lungo delle persone delle bici da corsa SuperSix e CAAD dell’azienda , per aumentare la stabilità. Un’ampia gamma di rapporti su tutti i modelli Synapse li posiziona per le due salite estese e la guida rapida. La capacità di accettare i parafanghi aggiunge una presa per tutte le stagioni e i supporti per rack possono ospitare Synapse per il pendolarismo.

Cannondale

Il gruppo
Shimanos 105 presenta le leve STI a doppio controllo del marchio dell’azienda, che consentono di sterzare e cambiare da una posizione. Il gruppo 105 ha anche una reputazione per la durata e la forte alterazione a un prezzo d’occasione e sarà il primo dei gruppi a basso costo Shimano a passare a una trasmissione a 11 velocità e utilizzare esattamente gli stessi contorni della leva di Ultegra e Dura-Ace. Per quanto riguarda il Synapse Disc 105 SE, questi componenti sono abbinati a una guarnitura Cannondale Si e freni a disco TRP Spyre C.

Punti salienti dei componenti
Il Synapse Disc 105 si basa esattamente sullo stesso telaio utilizzato su tutte e quattro le versioni in metallo e presenta deragliatori meccanici Shimano 105 resistenti abbinati a una guarnitura Cannondale Si. La trasmissione a 11 velocità ha un’ampia gamma di ingranaggi (corone da 48/32 t, cassetta 11-34) in grado di affrontare qualsiasi terreno. L’inventario rotabile è composto da cerchi WTB STP i19 TCS a 28 fori, predisposti per tubeless, allacciati a mozzi Formula e ricoperti con pneumatici WTB Exposuretires da 700cx30 mm predisposti per tubeless. La frenata è gestita dai freni a disco meccanici TRP Spyre, a montaggio piatto, azionati da cavo con rotori da 160 mm. Un manubrio, attacco manubrio e reggisella Cannondale C3, e la sella Fabric Twist Radius, completano la costruzione.

Zwift New York City Future Course – Corsi Di Ciclismo Zwift

Zwift New York City Future Course - Corsi Di Ciclismo Zwift

La classe ti condurrà attraverso punti di riferimento riconoscibili, a soli 100 anni da oggi.

Zwift

Gli amanti di Zwift alla ricerca di un’avventura nella grande città possono ora tirare un sospiro di sollievo, dal momento che sono stati aggiunti nuovi percorsi, e non sono esattamente quelli che ti aspettavi.

L’azienda di fitness fisico digitale è stata ispirata dai templi e dalle luci luminose di New York City mentre creava i nuovi percorsi, ma ha deciso che voleva continuare a ludicizzare gli incontri degli utenti. Quindi, con questo in mente, ti presentano a New York City dall’anno 2118.

I nuovi percorsi di Zwift includono 13 percorsi totali che prendono il nome da parti iconiche di New York City come Everything Bagel e LadyLiberty. Zwift

Il nostro mondo di New York ti lascerà a bocca aperta, ha affermato il cofondatore e CEO di Zwift Eric Min in una dichiarazione. Abbiamo deciso di mettere in gioco la tua esperienza di allenamento perché nel caso in cui ti piaccia il tuo allenamento, ti alleni più duramente. È così facile. L’evasione dal mondo di New York riporterà gli Zwifter ai loro giorni di videogiochi poiché percorrono il nostro giro futuristico a New York, attraverso Central Park e sulle strade di vetro sospese sopra Manhattan.

Central Park sembra essere la meta principale di molti dei nuovi percorsi. Ti porteranno anche vicino a famosi punti di riferimento come il Guggenheim, il Met e la Tavern on the Green.

Questo materiale è importato da YouTube. Potresti avere la possibilità di individuare lo stesso contenuto in un formato diverso, oppure potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul loro sito web.

La creazione della città in un’ambientazione futuristica ha consentito maggiori aumenti e un ambiente diverso per tutte le distanze e le corse. Ciò ha comportato l’aggiunta di alcune strade sopraelevate.

Non è un segreto che Eric e due membri del team Zwifts Management (Mike McCarthy e Charlie Issendorf) sono cresciuti correndo a Central Park, negli anni ’80. Manhattan era un posto triste a quei tempi, quindi abbiamo dovuto rinnovarlo, ha detto il cofondatore e programmatore capo di Zwift, Jon Mayfield. Fin dai primi giorni di Zwift, il nostro quartiere ha tratto grande gioia dalla nostra atmosfera di fitness gamified. Il nostro approccio creativo alla creazione di New York è stato ispirato da alcuni di quei videogiochi a cui giocavamo originariamente negli anni ’90. Ci ha aiutato a creare un ambiente più stimolante e molto più divertente che so che Zwifters adorerà.
Anche se New York City è notoriamente piatta, l’accesso alle strade sopraelevate ti consente di seguire KOM e QOM. Zwift

In totale, ci sono 13 nuovi percorsi, tre dei quali vengono eseguiti solo per gli utenti. Puoi verificarli su zwift.com.

Drew copre un assortimento di argomenti per Runners World e Bicycling, ed è specializzato nella scrittura e nella modifica di pezzi di curiosità umana, coprendo anche salute, salute, attrezzature e fitness per il tuo marchio.

Le Migliori Nuove Bici Autunno Top Bikes Da Eurobike

Gli anni modello sono qualcosa di questo passato, ora, ogni giorno è il giorno della nuova bici. Ecco 11 che non hai ancora trovato.

Personale

Mentre l’estate spira, potresti pensare di tirare fuori il tuo gonfiore e prepararti per un paio di mesi di Zwift. Ma l’anno della nuova moto non è ancora finito. In realtà, è sempre la nuova stagione della bici poiché i marchi si sono in gran parte allontanati dai lanci dell’anno modello e verso il drop-it-quando-è-pronto. Sulla base delle nostre conversazioni con i product manager e le PR e le nostre osservazioni alla recente fiera Eurobike, ecco cosa è caldo in questo momento: e-bike, e-bike, e-bike e, oh sì, e-bike. Ma anche se non sei nel mercato per una nuovissima e-bike, di recente sono state lanciate molte nuove entusiasmanti bici da strada, da montagna, gravel, per bambini e urbane. Ecco uno sguardo alle nuove biciclette più trendy che non vediamo l’ora di guidare.

Ricerca Brompton

Courtesy Brompton Disponibile: Pre-ordine negli Stati Uniti (spedizione ottobre)

Brompton ha equipaggiato le sue tipiche bici con telaio H e M per essere più accomodante delle tue esperienze multimodali. L’Explore ha pneumatici Schwalbe Marathon Racer con tallone pieghevole Tanwall (che sembrano belli e possono essere riposti nella borsa), impugnature più morbide, parafanghi e una sella Brooks Cambium in pelle. Il motivo per cui questa versione è più adatta per le esperienze più lunghe è perché include qualsiasi pezzo di ricambio di cui potresti aver bisogno nel caso tu abbia un meccanico esterno nel backcountry. Quindi, quando acquisti la bicicletta, ricevi anche una ruota di scorta, due tubi, quattro raggi, nastro per cerchioni, una pompa, macchie sui tubi, due connessioni aggiuntive, un cavo del cambio a 3 velocità, un cavo del freno posteriore e pastiglie dei freni di ricambio. Ha anche due bagagli: uno piccolo che può stare sul manubrio o sotto la sella ed è l’ideale per trasportare oggetti di valore e oggetti che vuoi a portata di mano,più una Burro Bag super capiente, con tante tasche esterne, che arriva piena di tutti i pezzi di ricambio. Quindi preparati a cavalcare, pagaiare, fare escursioni, prendere un treno e qualunque cosa tu abbia bisogno di pensare a un meccanico che ti lascerà bloccato.

Storico Cavaliere Hellion

team Disponibile: TBD Questo produttore britannico non è sempre stato disponibile negli Stati Uniti, ma è realizzato, combinando telai in alluminio leggero e componenti di alta qualità, un equilibrio superbo e biciclette a pedali per bambini che stanno solo imparando a guidare. In questa stagione, l’azienda lancia un’ampia linea di biciclette fuoristrada per piccoli ripper, dalle biciclette con bilanciere da 30 cm ai modelli full-suspension da 61 cm progettati per i giri in park. L’Hellion è disponibile in diverse dimensioni di ruote: hardtail da 16 e 51 cm con forcella ammortizzata o rigida, nonché modelli full-suspension da 20 e 61 cm. La bici rigida da 41 cm è installata come singlespeed ma viene fornita con un hangar del deragliatore per incorporare le marce. Inoltre ottieni freni a disco Shimano, pedali con piattaforma in alluminio, una serie sterzo integrata e pneumatici gumwall Vee Crown Jewel larghi 6 cm.

Benno Little Bit Of Awesomeness

personale Disponibile: da definire

Ok, questa bici non si chiama davvero Little Bit of Awesomeness, ma è così nuova che Benno non l’ha ancora menzionata. È anche diverso da molte e-bike in quanto ha ruote piccole, larghe, da 51 cm e anche solo un minuscolo spazio nel bagagliaio per un seggiolino per bambini o un carico. Ciò lo rende comodo su strade sconnesse e più semplice da gestire rispetto a molte bici da carico. Alcuni dei suoi suggerimenti di design provengono da scooter italiani vintage, afferma il fondatore dell’azienda Benno Baenziger e rispecchia la filosofia di etilità della sua azienda: creare e-bike eleganti e utili, con buone prestazioni. Questo è semplice da saltare e i piccoli pozzi gli danno un’eccezionale affrontamento a bassa velocità, proprio quello che ti serve per navigare in aree trafficate.

Yuba Kombi

cortesia
Accessibile: fine settembre

Questa bici da carico non elettrica è dotata di un portapacchi posteriore allungato e viene fornita con una staffa per portapacchi anteriore compatibile con qualsiasi opzione aggiuntiva dell’azienda. Le ruote da 61 cm aiutano ad abbassare un po’ il baricentro della bicicletta, mantenendo te e il tuo carico più stabili, e anche un cavalletto a doppia faccia aggiunge molta più stabilità una volta che la bici è parcheggiata. Il Kombi può continuare fino a 200 kg (e ha spazio per un massimo di tre bambini piccoli, secondo l’azienda), ma poiché non fornisce alcun aiuto alla pedalata, è probabilmente più adatto per aree prevalentemente pianeggianti, in particolare se devi trasportare roba pesante. La montatura bassa e scavata viene dal giallo girasole e dall’azzurro cielo.

Sterna HSD S8i

cortesia Disponibile: marzo

La bicicletta da carico elettrica più calda di Tern è più piccola rispetto alla GSD, la bicicletta da carico elettrica con la più alta capacità dell’azienda, ma ha comunque un notevole impatto. La batteria Bosch Active Line Plus da 400 Wh e la trasmissione Shimano Nexus 8 aiutano a trasportare il carico o i passeggeri per una selezione da 26 a 69 miglia, in base al peso e al livello di assistenza. Si adatta meglio a un ciclista che desidera tutte le capacità del GSD, ma non ha bisogno di tanta capacità di trasporto (l’HSD può trasportare fino a 170 kg mentre il peso massimo del GSD è 440). Il cockpit e il reggisella super-regolabili possono ospitare motociclisti da 1,2 m-11 a 1,8 m-5, quindi più membri della famiglia possono utilizzarlo. È un po’ più basso rispetto al pavimento del GSD, ha un passo più lungo, ruote da 51 cm e una forcella ammortizzata per una guida più sicura e confortevole.Il bilanciere si piega dalla struttura per un profilo più basso quando si ripone o si trasporta in auto, e il portapacchi posteriore incluso funge anche da supporto in modo da poterlo parcheggiare stabilmente e discretamente sulla sua estremità posteriore. È decorato con luci e un lucchetto Abus e ha supporti e supporti compatibili con tutte le opzioni aggiuntive di Tern.

Woom Mi-5

cortesia Disponibile: MayWoom, che produce biciclette per bambini, si unisce alla tendenza dell’e-bike. La bicicletta e-mountain hardtail arriverà in 2 misure: 61 cm (per bambini da 2 a 11 anni) e 66 cm (per dai 10 ai 14 anni). Dotata di una batteria Fazua, la bici sarà probabilmente in grado di percorrere circa 50-60 miglia con una singola carica, con una velocità massima di 20 km/h. La corsa sulla forcella a sospensione pneumatica è di 80 mm per il modello da 61 cm e 90 mm per il modello da 66 cm. E per quanto riguarda il peso, il 61 cm arriva a 153 kg, mentre il 66 cm pesa 160 kg. Come la maggior parte delle bici Woom, ogni pollice della E-5 è stato dimensionato e realizzato pensando ai bambini, dalla sella e le leve dei freni, alle impugnature del manubrio e ai tappi terminali avvitati (più sicuri).

Basso Venta

cortesia Disponibile: Ora

Chi afferma che le bici in carbonio di fabbricazione italiana dovranno portare cartellini dei prezzi esotici? Il nuovo Venta Basso, come tutti i telai in carbonio Bassos, è prodotto dalla fabbrica dell’azienda vicino a Bassano del Grappa. La Venta si può avere con freni a cerchione oa disco e utilizzando un gruppo Shimano 105 o Ultegra. Ciascuno dei dettagli del telaio previsti sono qui: foderi posteriori ridotti, forcella conica, percorso interno (compatibilità meccanica e digitale), perni passanti (solo telaio del disco), legante del sedile nascosto e delicata messa a punto aerodinamica. Sono disponibili sette dimensioni e tre colori del telaio.

Promontori Marini 2

cortesia
Disponibile: In ritardo

Marins new Headlands è fondamentalmente una versione in carbonio (più leggera, più liscia) della bicicletta in alluminio del marchio Gestalt X. È un imballaggio per ghiaia/avventura/turismo/bicicletta/qualsiasi struttura con grande spazio per i pneumatici (fino a 700 x 45 mm e 650b x 50 mm) e una grande quantità di punti di attacco per bottiglie, borse, parafanghi, portapacchi e molto altro. Ci sono due versioni: Headlands 1 e Headlands 2 con specifiche superiori rivelate qui. L’Headlands 2 ha un reggisella telescopico da 105 mm di escursione attivato dalla leva del freno/contagocce sinistra GRX Shimanos slick.

Pivot Phoenix 29

cortesia
Disponibile:Oggi Questo sarà ricordato come l’anno in cui la diga ha fatto esplodere le bici da downhill 29er. Ci è voluto un po’ di tempo prima che il pubblico gravitazionale abbracciasse le ruote più grandi, ma i percorsi in discesa sono difficili e la velocità è perfetta per le ruote. L’ultimo ad unirsi alla festa del DH a ruota grande è Pivot con il suo nuovissimo Phoenix 29. Un design 29er dal basso, il Phoenix 29 ha più standover rispetto al 27.5 Phoenix e il 29 presenta un dimensionamento basato sulla portata. Tutte e quattro le taglie (dalla piccola alla extra-large) possiedono le stesse lunghezze di standover (674 mm), tubo sterzo (106 mm) e tubo sella (432 mm), con la sola alterazione della portata e del passo. Il design aggiornato del collegamento migliora la rigidità e la durata dell’ammortizzatore ed è compatibile con gli ammortizzatori sia ad aria che coil-over. Il peso del telaio dichiarato è di 29 kg, che secondo Pivot potrebbe essere integrato in bici leggere fino a 14 kg.

VAAST A/1

cortesia
Disponibile: novembre

VAAST è un nuovissimo produttore di biciclette, ma è supportato da tonnellate di esperienza. Avviato da Huffy, Batch Bicycles e la società madre di Niners, United Wheels Limited, VAAST utilizza tubi Allites Super Magnesium sulle sue biciclette. Allite, guarda caso, è posseduta anche da United Wheels. Il magnesio, in particolare i metalli di magnesio, è stato per decenni un materiale marginale per i telai. Sono le sue qualità intriganti (leggerezza, resistenza e smorzamento delle vibrazioni) che dovrebbero consentirgli di essere un eccellente materiale per strutture. Allite afferma che la lega di magnesio utilizzata per i suoi tubi, pesa il 33% in meno e offre un assorbimento degli urti 20 volte maggiore rispetto all’alluminio, pesa il 50% in meno ed è il 56% più resistente del titanio ed è riciclabile al 100%. E, la società afferma di aver risolto tra i maggiori inconvenienti del magnesio, la corrosione, con il suo rivestimento in ceramica.VAAST ha una linea ordinata di quattro modelli di biciclette: una bici per bambini, una mountain bike, una bici metropolitana, una bici allroad/gravel. Quest’ultimo è quello che vedi qui. L’A/1 è dedicato per trasmissioni 1x e presenta compatibilità con asta telescopica, instradamento interno, supporti per portapacchi e parafango, insieme a un movimento centrale T47. È offerto in 2 varianti: con ruote 700 e gruppo Shimano GRX 1×11 e con ruote 650b e gruppo SRAM Rival 1×11. Entrambe le build utilizzano cerchi Stans No Tubes e pneumatici Maxxis tubeless ready.con ruote 700 e gruppo Shimano GRX 1×11 e con ruote 650b e gruppo SRAM Rival 1×11. Entrambe le build utilizzano cerchi Stans No Tubes e pneumatici Maxxis tubeless ready.con ruote 700 e gruppo Shimano GRX 1×11 e con ruote 650b e gruppo SRAM Rival 1×11. Entrambe le build utilizzano cerchi Stans No Tubes e pneumatici Maxxis tubeless ready.

Niner RLT 9 RDO

cortesia Disponibile: fine settembreLa RDO è la corona in cima alla linea di bici da ghiaia/avventura RLT rivista da Niners. Il telaio corrisponde a pneumatici di circa 50 mm con ruote da 700c o 650b e contiene 26 (!!!) punti di attacco filettati sul telaio per, beh, praticamente qualsiasi cosa. Il telaio ha anche un percorso interno della trasmissione (compatibile con la trasmissione elettronica e meccanica) e un percorso interno per un reggisella telescopico azionato a distanza. La geometria rivista allunga leggermente il passo per una stabilità più lunga. La forcella corrispondente ha 12 supporti, anche il passaggio per una luce a dinamo cablata. Niner offre anche la RLT con struttura in alluminio (costruzioni complete avranno un prezzo da a ), o con struttura in acciaio (da a ). I telai in acciaio e alluminio utilizzano la stessa forcella Niner in carbonio scoperta sul telaio in carbonio,e le caratteristiche e la geometria della struttura sono per lo più le stesse indipendentemente dal materiale.

Felt Media Day 2011

Felt Media Day 2011
TK4130 Lo

stile vintage incontra la costruzione moderna. Come suggerisce il nome, il TK4130 è costruito in acciaio 4130 Chromoly. Questo singlespeed include stelo d’oca senza filo Felts e cerchi in finto legno per un look d’epoca e presenta una geometria del monitor vintage perfetta per una gara di alleycat o un velodromo.

di 6

Verza Regency

Modellata sulle classiche biciclette da pendolare olandesi in Europa, la Regency è disponibile nei modelli convenzionali con struttura a diamante e step-through. Entrambi presentano uno stile verticale e sono dotati di un mozzo interno a tre velocità, parafanghi completi per tenerti asciutto, una custodia per catena completamente chiusa, un portabicchieri, un cestino e un campanello ding-dong montato sul manubrio. Il modello step-through sfoggia in modo appropriato protezioni della gonna ben integrate.

di 6

Breed

Aggiornato per il 2012, il Breed porta semplicità e funzionalità ad alcuni dei tipi più impegnativi di ciclocross da competizione. Gli aggiornamenti del 2012 per questo singlespeed da ciclocross includono una pedivella SRAM singlespeed BB30 e un mozzo con perno passante in stile cassetta Felts, che presenta appartamenti sull’asse per coordinarsi con i forcellini scanalati per un fissaggio solido e antiscivolo con un solo bullone. Altri bei tocchi sono la chiave BeerNuts (per facilitare i cambi di ruota facili e la liberazione della libagione post-gara) più una forcella in carbonio completa attaccata al telaio in alluminio della serie 7000.

di 6

Edict Pro

Felt ha aggiornato l’Edict Guru al nuovo gruppo Shimano XT utilizzando una doppia pedivella pronta per la gara. La struttura presenta la fibra di carbonio complessa Felts UHC e anche la procedura di stampaggio InsideOut per una grande riduzione del peso e durata, ottiene anche sospensioni Fox su entrambe le estremità (F32 davanti e RP23 dietro) insieme alle ruote MT770 predisposte per tubeless Shimano per ottenere un bici da corsa killer fuori dal pavimento dello showroom.

di 6

I
fanatici del DA2
Tri prendono nota: Felt non ha tirato pugni quando ha permesso alla collezione DA di biciclette TT/Tri di raggiungere il mercato. Il DA2, personalizzabile utilizzando la barra di base e le estensioni Bayonet Aero di Felts, è una macchina scivolosa e veloce per te nel tuo posto più aerodinamico, al diavolo l’UCI. Shimano Dura Ace Di2 digitale e una manovella Zipp completano questo pacchetto per tutti gli affari.

di 6

AR1

Felts produce bici da strada aerodinamiche dal 2007. Per il 2012, l’AR1 porta Dura Ace Di2 nell’area su un telaio in carbonio UHC supreme + nano. Lo stampaggio InsideOut conferisce alla bici un rapporto resistenza-peso senza precedenti, quindi due reggisella separati ti consentono di comporre la tua partita e l’aspetto convenzionale del telaio è formato per tagliare l’estremità il più velocemente possibile. Nel caso in cui desideri aggiornare in seguito, i telai non elettronici della linea AR sono ottimizzati per il cambio elettronico.

Canyon Grail – Bicicletta Gravel Endurance

Markus Greber
Peso: 82 kg.; Solo telaio da 830 grammi (dichiarato)

Design: Gravel

Trasmissione: Shimano Ultegra Di2

Materiale del telaio: carbonio

Distanza pneumatici: 42 mm

Dimensioni ruote: 650b per XS e 2XS.
700c per tutte le altre taglie. La nuova bici gravel Grail di Canyon Markus Greber

La Graal dall’aspetto selvaggio di Canyon è una bici completamente nuova, che secondo il marchio colma una lacuna nel suo albero genealogico di pneumatici magri. Dal lato rigorosamente asfaltato delle cose, c’è la Ultimate, Aeroad, anche Speedmax, orientata alla gara, insieme alla Endurace moderatamente meno competitiva che si rivolge ai ciclisti di resistenza. Per quanto riguarda il fuoristrada, è il filante Inflite specifico per il ciclocross, ma fino ad oggi non esisteva un’alternativa ideale per la crescente popolazione di ciclisti e avventurieri di gravel di resistenza.

Famiglia del Graal del Canyon Canyon

Il Graal è disponibile in sei versioni distinte e come collezione di cornici. Tutti i modelli sono disponibili nelle taglie dalla 2XS alla 2XL. L’SLX 8.0 Disc (testato) è la versione top di gamma, con modelli leggermente meno costosi accessibili senza ruote in carbonio (), o un modello ancora più economico senza Di2 o ruote in carbonio (). La versione CF SL 7.0 è disponibile con cambio Shimano 105 e ruote in alluminio. Inoltre, è disponibile in 2 versioni da donna: WMN SL 8.0 () e WMN SL 7.0 (), che hanno entrambe montature identiche a CF SLX Disc 8.0 Di2. Il primo dei quali arriva con cambio meccanico Shimano Ultegra a 11 velocità, e l’ultima delle due versioni è dotata di Shimano 105 a 11 velocità. Entrambi sono dotati di ruote da donna in alluminio e quindi sono disponibili solo nelle taglie da 2XS a M.

Il Graal è la soluzione dell’azienda a questo spazio aperto; una bici pensata per lunghe giornate di strada e gravel, così come singletrack leggero se è lì che ti portano le gambe. Progettata per la stabilità e il comfort sullo sterrato, è una bici leggera ed efficiente come si può chiedere in strada, con un telaio in carbonio e tubi aerodinamici.
Ora c’è qualcosa che non abbiamo ancora visto Canyon

Caratteristiche principali

Nella sempre più chiassosa festa in bicicletta dell’avventura, il Graal sta facendo un ingresso infernale con la sua cabina di pilotaggio degna di un doppio giro. Soprannominata blot bar, è progettata per flettersi quando si pedala in cima e sentirsi protetti quando si scende dalle discese.

Come funziona? Il gradino inferiore si interfaccia con la cuffia, lasciando il gradino superiore senza il tradizionale supporto di questo attacco manubrio. Questo (insieme al design affusolato) consente al centro del bar di flettersi fino a sette volte di più rispetto a un pub convenzionale, secondo Canyon.

Le gocce, d’altra parte, guadagnano il supporto di entrambi i pioli, inclusa la rigidità e la precisione in discesa (in più, puoi agganciare i pollici al livello inferiore per una presa sicura). Canyon afferma che la barra blot aggiunge solo 120 g al peso di questa bicicletta, rispetto a una barra standard. Ulteriori sistemi di sospensione del cockpit, come Specialized Future Shock, possono includere fino a 400 grammi.

Questo layout del pub non è conforme allo stack regolare e raggiunge i punti di dimensione, quindi Canyon ha utilizzato un metodo proprietario chiamato Stack Reach Plus per confrontare il Graal con altre bici della sua linea. Usando il centro del gradino più alto di questo pub come punto di riferimento, il Graal ha una pila di 660 mm più un colpo di 457 mm. Ciò significa che scende di circa 10 mm più corto dell’Endurace e circa 23 mm più alto dell’Aeroad. Su una bici media l’attacco manubrio, che è incorporato nel piolo inferiore, è di 75 mm, e anche il diametro di queste barre è di 44 cm, utilizzando un sottile bagliore di 7,5 gradi alle gocce.

Vista dalle gocce Lydia Tanner

L’impostazione della barra Hover ha la sua massima impostazione, tuttavia i distanziatori sotto il piolo inferiore consentono di ridurla se lo si desidera. Attualmente non è possibile sostituire l’Hover Bar con uno normale, ma la mia opinione è che se stai acquistando una bici come questa, si spera che tu lo faccia poiché ti piace il cockpit.

Punti salienti dei componenti

Una volta che hai scelto la tua mascella dal pavimento, scoprirai che il Graal racchiude molte altre caratteristiche oltre al canale spaziale sul davanti. Canyon ha collaborato con Topeak, ad esempio, per personalizzare un set di zaini da bicicletta appositamente per adattarsi alla struttura del Graal, insieme ad adesivi traslucidi per proteggerlo dallo sfregamento di lunghe miglia. Sono supporti per parafango e rinforzi sul fodero orizzontale per proteggerlo da eventuali colpi di corda.

Borse per telaio e sella progettate da Topeak Specialmente per il telaio Grail Markus Greber

Il reggisella VCLS 2.0 del produttore (cedevolezza verticale, rigidità laterale) funziona come una molla a balestra per assorbire le opinioni dal pavimento, e anche sul Graal il morsetto del sedile è stato abbassato sul tubo del sedile, allungando il reggisella di successo per una guida ancora più fluida.

Il Grail include anche un passo esteso (40 mm in più rispetto a Endurace) per una maggiore stabilità, insieme a spazio per pneumatici fino a 42 mm. Include i pneumatici G-One super versatili di Schwalbe con una larghezza di 40 mm, configurazione tubeless su cerchi DT Swiss C 1800 , che possiedono una generosa larghezza interna di 22 mm. La bici è disponibile in sette taglie dalla 2XS alla 2XL: le due taglie più piccole sono dotate di ruote 650b, che secondo il marchio aiutano a preservare le caratteristiche di maneggevolezza. Sono disponibili due bici specifiche da donna, con telai uguali ma colori e selle unici.

A partire da ora, il Graal include solo trasmissioni stradali (a partire da Shimano 105 e visitando Di2 Ultegra). Tutti i livelli di questa bici sono dotati di freni a disco.

È difficile non sorridere in sella al Graal, anche quando stai scalando e piove a dirotto Markus Greber

Impressioni di corsa

Salendo, il Graal sembra infinito e vivace. Ho iniziato la corsa con le gambe stanche, ma presto mi sono ritrovato a prendere piccole deviazioni e ad incorporare salite lunghe e totalmente inutili, solo per vedere la prospettiva. È una bicicletta che ti costringe a perderti un po’.

L’Hover Bar ha assorbito i miei più stupidi imbrogli da strada sterrata, senza sensazioni di gioco o incoerenza. La curvatura sulle parti superiori è stata appena sufficiente per rendere più fluida la corsa senza offuscare la gestione, e il blocco del pollice aggiunto nelle gocce lasciate in sella si sente stabile e reattivo come le parti superiori di un cockpit standard.

La posizione del piolo inferiore rispetto alla curva di queste discese era un po’ alta per il mio clacson, che iniziava a sentire un po’ tweak nelle lunghe discese. Tuttavia, una postura del gomito minore e più orizzontale alleviava la sensazione.

Con il suo peso leggero, la guida confortevole e la maneggevolezza, questa bicicletta è adatta a grandi eventi come Dirty Kanza e Grinduro, ma sarai ugualmente felice di trovare le tue esperienze vicino a casa.

I Migliori Regali Fuori Dalla Bici Per I Ciclisti

Festeggia la tua bici 24 ore su 24 con regali che ti aiutano a rilassarti e ricaricarti

Coffee And Cols Jerseys Tazze e piattini ogni volta che la confezione regalo inizia a volare, puoi sederti e goderti l’idea che con lo shopping one-stop sei stato in grado di portare sorrisi alla maggior parte dei ciclisti sulla tua vita: l’espresso Coffee and Cols la collezione di tazze ha qualcosa per tutti, dal cognato della mountain bike per la tua sorella da corsa incrociata, alla tua coppia di tandem preferita. Questo set di quattro, chiamato maglie, è per il tuo amante del tour nella tua lista. Prodotta in Inghilterra da un ciclista da una vita, ogni tazza è cotta a forno (non stampata) ed è alta quanto larga, circa 6 cm.-Jen Sherry

Info: coffeeandcols.com

di 11

Cycle Dog Recycled Rubber Ball Ti sei mai chiesto cosa succede esattamente alle gomme della tua bici usurate dopo averle gettate nel cestino? Se sono fortunati, vengono riportati in vita per un giocattolo per il tuo amico peloso preferito. I cani adorano giocare con queste resistenti palline di gomma realizzate con pneumatici di bicicletta usati. Ogni palla da 10 cm galleggia nell’acqua, ha una superficie aderente e calpestabile e scricchiola quanto basta per farti sapere che è sporadicamente accesa.-Caitlin Giddings

Info: rodales.com

di 11

Barefooters Flips Tutte queste infradito da donna non sono le solite slip-on. Una soletta removibile in sughero e silicone di fabbricazione italiana presenta una fodera antimicrobica, traspirante e traspirante per il massimo comfort. Inoltre, sono progettati in base ai punti di riflessologia plantare per aiutare a lenire i muscoli doloranti e consumare l’impatto.-Leah Flickinger

Info: mybarefooters.com

di 11

Hot Ginger Muscle Repair Duo Esercitati con la cura di te stesso dopo una lunga pedalata per questo doppio fermento muscolare a base di zenzero piccante, rosmarino, finocchio e starflower. Per accelerare il recupero, versalo semplicemente nella vasca da bagno o strofinalo direttamente sulla pelle; lo sfregamento muscolare funziona come un cacciatore di dolori. Entrambi sono realizzati con ingredienti naturali e sono stati testati su atleti come te personalmente, non su animali.-Caitlin Giddings

Info: rodales.com

di 11

Tazza CamelBak Forge L’unica cosa peggiore del fatto che il tuo caffè si raffreddi è versarlo dappertutto mentre sei in movimento. La nuova tazza Forge di CamelBaks semplifica entrambi i problemi insieme alla stessa attenzione ai dettagli che utilizza sui propri pacchetti di idratazione e bottiglie d’acqua. Il tappo a prova di fuoriuscita può essere aperto con la semplice pressione di un grilletto o aperto con sicurezza. Piuttosto che fluire direttamente dal jack dei coperchi, il liquido viene rilasciato esattamente in ciò che CamelBak richiede nell’Aroma Bowl, dove la sua temperatura è molto più facile da sentire e la bevanda è più facile da annusare: due piccoli dettagli che migliorano davvero il gusto e l’esperienza del bere. Un’ampia gamma di colori e due taglie significa che c’è una Forge ideale per quasi chiunque sulla tua lista.-Ron Koch

Info: camelbak.com

di 11

BeLONG Foam Body Roller Non c’è niente come stendere i muscoli tesi dopo una gara o un allenamento impegnativo. Questo rullo in schiuma da 46 cm è composto al 50% da schiuma EVA riciclata e può essere abbastanza compatto e invitante da gestire qualsiasi abuso tu e i tuoi muscoli

posteriori della coscia o quadricipiti desideri infliggergli.-Caitlin Giddings
Info: rodales.com

di 11

Ogio Ironman M9 Bag Triathlon ha bisogno di tre volte l’attrezzatura, rendendo difficile rimanere organizzati. Ogios Ironman M9 ha numerosi scomparti per l’attrezzatura specifica per lo sport come l’area della muta espandibile, che mantiene asciutto il resto della tua attrezzatura. La borsa da 59 litri è dotata di due tasche blindate per evitare che oggetti di valore fragili come occhiali o apparecchiature elettroniche vengano schiacciati. Una copertura antipioggia integrata protegge i tuoi effetti personali quando il cielo si apre nell’area di transizione, mentre le cinghie posteriori facilitano l’ingresso e l’uscita dal luogo. Funziona altrettanto bene come borsa da ciclismo indipendente.-Ron Koch

Info: ogio.com

di 11

Fondina per borraccia da bicicletta Aearne Spaceman Mai uscire a fare un giro e desiderare qualcosa di un po’ più potente nella tua bottiglia? O vai con un pescatore che vorresti rallentasse solo un po’? Considera la fiaschetta di Ahearne per te stesso o per rilassare il tuo amico veloce (ma per favore, allora bevi responsabilmente). La fondina per borraccia si attacca alle normali borchie per bottiglie d’acqua e può essere ordinata da sola o con una confezione da 6 o 227 g. Fiaschetta con incisione personalizzata o di serie.-Molly Hurford

Informazioni: ahearnecycles.com

di 11

Spogliatoio portatile pop-up Cowboy Studio Non avrai mai più bisogno di lottare con il tuo camoscio sul sedile posteriore della tua Honda con questo elegante spogliatoio pieghevole alto un metro e ottanta. Basta estrarlo dalla sua custodia per il trasporto delle dimensioni di una ruota e presto cambia! Quando hai finito, arrotolalo e riponilo per la gara di aprile o per la corsa. Non sorprenderti se apri la cerniera della porta per trovare i tuoi amici che aspettano in fila per il loro turno.-Selene Yeager

Info: cowboystudio.com

di 11

Lezyne Port-A-Shop Tool Kit Smetti di frugare tra cassette degli attrezzi, casse del latte e cassetti della spazzatura per quegli 8 mm sempre sfuggenti per sostituire i tuoi pedali. Tieni uno di questi kit nel tuo veicolo o garage e non rimarrai mai bloccato senza Torx, rompicatena, chiave per pedali e altri strumenti di cui hai bisogno (oi tuoi amici in sella).-Selene Yeager

Info: lezyne.com

di 11

Maglietta Happiness Watts La pescatrice professionista americana Maura Kinsella ha creato il concetto di Happiness Watts per menzionare che l’energia in bicicletta che deriva dal fare cose che fanno bene all’anima, anche se potrebbero non essere l’ideale per il gelato, pensa alle prestazioni, vino e uscire con gli amici. Questa t-shirt morbida e avvolgente ti ricorderà di mantenere la tua vita in bicicletta equilibrata e divertente.-Elspeth Huyett

Info: felicitàwatts.com

Le Migliori Scarpe Da Ciclismo Economiche Scarpe Da Strada E Da Mountain Bike Convenienti

Personale

Le scarpe da ciclismo sono disponibili in un’ampia varietà di stili e prezzi per adattarsi a diversi tipi di guida e budget diversi. Ci sono modelli dedicati per tutti, dai pendolari ai roadie, dai mountain biker ai BMX, dagli spinner indoor, anche per quelle persone che osano indossare sandali che si agganciano. Se hai passato un po’ di tempo a cercare scarpe da bici, probabilmente hai notato che ci sono un un sacco di opzioni che costano un bel po’ di soldi. Questo elenco si concentra su scarpe che costano meno di Quello potrebbe non corrispondere alla definizione di tutti a buon mercato, ma questi sono prodotti che ci sentiamo a nostro agio di consigliare a voi, i nostri abbonati, poiché soddisfano anche le esigenze di prestazioni dell’utente.

Queste scarpe sono suddivise in due categorie: strada e montagna. Abbiamo anche incluso alcuni modelli per bambini per giovani ripper.

Scarpe Da Ciclismo Su Strada

Le suole delle scarpe da strada sono generalmente rigide (per massimizzare l’efficienza della pedalata) e lisce (nessun battistrada equivale a un peso inferiore). Molti utilizzano uno schema di montaggio a tacchetta triangolare a tre bulloni compatibile con i sistemi di pedali stradali più frequenti. Alcune scarpe da strada hanno spesso un modello a due bulloni, oltre a un modello a tre bulloni, oltre a ospitare tacchette in stile mountain bike. Ciò consente al ciclista di utilizzare pedali a doppio lato (che possono essere più facili da misurare) oltre ai pedali che hanno un meccanismo a sgancio rapido da un lato e un palco dall’altro (per corse più brevi con scarpe normali).

Scarpe Da Mountain Bike

Le scarpe da mountain bike sono in 2 modi: clipless e orizzontali. Rispetto alle scarpe da strada, le scarpe da montagna clipless hanno alette aderenti e sono costruite esclusivamente per accettare tacchette a due bulloni. Le scarpe da montagna di solito utilizzano materiali superiori più pesanti per resistere a condizioni difficili – sporco, fango, rocce, radici – e spesso hanno un’armatura intorno alle dita dei piedi e ai talloni per includere la durata e ridurre il dolore dei colpi di pietra.

Le scarpe piatte non hanno attacchi automatici per le tacchette e, come le scarpe da skate, hanno il fondo in gomma appiccicoso. Li guidi con i pedali della piattaforma, insieme alla mancanza di tacchetti significa che puoi salire e scendere più facilmente, ottimo per il pendolarismo stop-and-go o per il salvataggio degli zaini. E poiché non sei bloccato, la sensazione è assolutamente libera e più simile al surf. Pedalerai in modo diverso usando i pedali flat poiché non puoi tirarli su.

Come realizziamo queste scarpe?

Ogni singola scarpa in questo elenco è stata accuratamente valutata e controllata dal nostro team di redattori di valutazione. Eseguiamo ricerche di mercato, esaminiamo le recensioni degli utenti, parliamo con responsabili di prodotto e ingegneri e utilizziamo la nostra esperienza di crociera e guida con queste scarpe per scoprire le migliori opzioni. La maggior parte dei modelli è stata testata dal nostro personale e quelli che non sono stati selezionati con cura in base al loro valore, alla qualità, alla nostra esperienza con versioni comparabili e al modo in cui il pacchetto complessivo soddisfa le esigenze dell’acquirente previsto.

Torcia specializzata 1.0

ciclista competitivo

Sebbene ci siano scarpe da ginnastica di qualsiasi selezione e stile per adattarsi a ogni corsa che farai, può essere facile trascurare che non sempre hai bisogno di una scarpa high-tech specifica per il ciclismo per divertirti in bicicletta. Queste Vans non sono particolarmente una scarpa da ciclismo, tuttavia hanno tra gli attributi più significativi di qualsiasi scarpa pensata per funzionare bene su pedali piatti: una suola morbida e aderente che non scivolerà facilmente. La tomaia in tela e pelle scamosciata è abbastanza resistente da gestire i percorsi leggeri e, soprattutto, queste scarpe non fanno pagare una piccola fortuna. Questi calci sono ottimi per il pendolarismo urbano e le corse casuali lungo il sentiero della ferrovia, e sono anche un’ottima opzione per i ciclisti che non conoscono la strada e la guida su strada e non si sentono a proprio agio nell’essere agganciati.

Recensione Della Borsa Da Manubrio Road Runner Burrito Borse Da Bici Per Ciclisti

Recensione Della Borsa Da Manubrio Road Runner Burrito Borse Da Bici Per Ciclisti

Non è necessario riempire eccessivamente le tasche della maglia: il Burrito è abbastanza spazioso da contenere attrezzatura, cibo e persino una giacca.

Trevor Raab

Da asporto: la borsa da manubrio Burrito contiene tutto ciò di cui hai bisogno per una lunga corsa in modo da non dover pedalare con tasche rigonfie e snack sudati.

  • Realizzato in Cordura durevole e resistente all’acqua
  • più comodo e accessibile rispetto a fare le tasche
  • Disponibile in 3 dimensioni (0,4, 2,58 e 3,5 litri) e 12 opzioni di colore
  • La cerniera rigida è difficile da aprire e chiudere durante la guida

Se ti affidi alla tua maglia per trasportare tutto ciò di cui hai bisogno per una lunga corsa, probabilmente ti ritroverai con tasche sporgenti che ti sostengono, non il modo molto comodo di guidare.

Una borsa da sella è una buona soluzione per trasportare piccoli oggetti a cui non hai bisogno di accedere immediatamente (credi CO2, una camera d’aria di ricambio, leve per pneumatici e pochi soldi). Ma non è l’ideale, e spesso non abbastanza spazioso, per prendere le cose che desideri a portata di mano durante la guida (pensa a un cappotto leggero o a un boccone). Ecco che torna utile una borsa da manubrio. Questa comoda alternativa alle tasche imbottite e all’attrezzatura irraggiungibile sta diventando sempre più popolare e molti produttori stanno ripensando al modo in cui sono progettati, in definitiva, sono variazioni in scala ridotta delle vecchie borse da pub in stile touring che sono state realizzate per i motociclisti che cercano di trasportare carichi più grandi per il campeggio e anche per gite di un giorno.

Borsa da manubrio Road Runner Burrito roadrunnerbags.us

  • Cerniera rigida difficile da aprire durante la pedalata

La borsa da manubrio Road Runner Burrito è una di queste borse. Prodotta negli Stati Uniti con sostanze di provenienza statunitense, questa borsa ispirata al bikepacking ha spazio sufficiente solo per un giorno di attrezzatura. È disponibile in tre dimensioni: il California Burrito da 3,5 litri e il Burrito Supreme da 2,58 litri sono probabilmente più attraenti per i ciclisti che trascorrono più di 10 ore in esperienze sterrate, dove le soste per gli snack sono più difficili da trovare. Ho testato il .4 litri Burrito – che a 8 x 8 cm sarebbe la grandezza di un vero burrito californiano – ed è riuscito a farcirlo con tre gel, un piccolo kit di pronto soccorso, guanti di ricambio, due biscotti, una mini-pompa, un multitool e una giacca a vento (una manna dal cielo nei giorni di pioggia imprevedibili). Per fortuna, il suo tessuto Cordura spesso e gonfiabile e la cerniera rinforzata hanno mantenuto la mia attrezzatura asciutta durante alcuni temporali.
Trevor Raab Trevor Raab

Come molte borse da manubrio, la borsa Burrito si attacca a un pub utilizzando cinghie in velcro ad anello. Ma a differenza della maggior parte, le cui cinghie sono tipicamente cucite sulla borsa in una posizione predeterminata (che ordina dove sulla barra può essere fissata), il Burrito include cinghie rimovibili e una serie di anelli a margherita che ti consentono di personalizzare la tua configurazione. Chiunque cambi bicicletta durante la settimana e desideri comunque utilizzare la borsa con ogni bicicletta apprezzerà questo tipo di versatilità. Mi è tornato utile quando sono passato a una bicicletta con un auricolare burlier.

Trevor Raab Trevor Raab

Una cosa da notare è il posizionamento della cerniera. Piuttosto che nella parte superiore, il Burritos è intorno alla parte anteriore, rendendolo un po’ meno raggiungibile durante la guida, non proprio semplice da afferrare a metà corsa, ma comunque utile per tenere a portata di mano provviste extra. Ho anche trovato la cerniera a tenuta stagna un po’ dura (e rigida) per avviarsi e chiudersi con una sola mano.

Alla fine, la borsa Burrito è una borsa da manubrio spaziosa e comoda che ha le dimensioni corrette per quello che la uso per ottenere. Di tutti gli acquisti che ho fatto nel corso degli anni per rendere le mie corse più semplici, questo è ufficialmente il best-buy-under che potrei consigliare.

Il test editor Riley Missel è un esperto corridore su strada, mountain biker e un campione nazionale in pista che è stato in Bicycling dal 2017.

Guida All’acquisto 2015. Trek Domane Disco 6.9

Guida All'acquisto 2015. Trek Domane Disco 6.9

Non è perfetto, solo spettacolare

Kent Pell

Il Domane Disc 6.9 ha le sue peculiarità. Tuttavia, penso anche che possa essere la bici più intelligente e amichevole che abbia mai guidato.

Inizierò con queste stranezze, vale a dire, il perno disaccoppiatore IsoSpeed, che consente al reggisella di piegarsi ulteriormente e più facilmente che se fosse attaccato al tubo orizzontale. Altri revisori, così come i miei colleghi di BICYCLING, sembrano concordare sul fatto che IsoSpeed abbia eccellenti capacità di deglutizione degli urti. Per la maggior parte, trovo che la Domane sia più conforme e più fluida rispetto alla maggior parte delle bici da strada. Dalla sella, noto sfumature sorprendenti di immobilità ed efficienza, con due asterischi.

Il primo è che l’IsoSpeed ammortizza solo i miei glutei. Il giro sembra un po’ sconnesso poiché la parte anteriore della bici si diffonde meno del bagagliaio. La parte anteriore della Domane si sente ancora più cedevole della maggior parte (insieme alla soffice ma non ingombrante imbottitura in schiuma Bontrager IsoZone sotto il nastro della barra Bontrager), ma non è tollerante come la parte posteriore.

Asterisco due: IsoSpeed fa il suo dovere proprio quando sono seduto. Quando sono dalla sella, l’anteriore e il posteriore spianano la strada in maniera più sincronizzata. È fantastico, tuttavia, la moto si sente notevolmente diversa da quando sono seduto. Questo di solito è vero in diversi gradi su praticamente tutte le biciclette, ma qui il cambiamento è più pronunciato.

Kent Pell

Tuttavia, l’IsoSpeed funziona. Inoltre è parte del motivo per cui la Domane è diventata la bici preferita per i viaggi più lunghi e le strade più accidentate: dal momento che è così dannatamente eloquente e, anche se di solito non mi piace la parola, comoda.

Passiamo ora alle altre caratteristiche che rendono la Domane una bicicletta performante, ma funzionale e facile da guidare.

Sono abituato al fatto che le biciclette da strada siano efficaci e incredibilmente veloci. E la Domane Disc 6.9 mi sembra molto più rigida della serie da corsa Madone 7 di Trek: dovrebbe essere veloce in salita. Tuttavia, il manubrio sembra pesante e direi che i dischi includono una penalità di peso di mezzo chilo. Non ho mai sentito un’arrampicata lenta sul Domane Disc, ma non l’ho mai sentita neanche velocemente. La bici ha una marcia abbastanza bassa che girare in salita non richiede i quad di Dio, ed è accoppiata con il miglior cambio sul mercato stradale, Shimano Di2.

E scendendo, oh mio Ecco un aneddoto che delinea la mia esperienza: abbattendo un passo di alta montagna in Colorado, ho visto che mi stavo avvicinando a un’auto che si muoveva più lentamente nella mia corsia e mi sono svegliato per bere qualcosa. Ho guardato casualmente la mia moto e ho notato che mi muovevo a quasi 97 km/h, con una sola mano sul manubrio, la bicicletta ancora brillantemente composta.

Feedback e precisione sono eccezionali anche nelle curve veloci. Accoppiato con gli straordinari freni a disco idraulici R785 di Shimano, il Domane è il mio numero uno con un proiettile per qualsiasi discesa su strada. Anche qui l’IsoSpeed potrebbe giocare un ruolo, mantenendo teoricamente la bicicletta più connessa alla strada.

La Domane Disc è una delle primissime bici da strada disponibili con perno passante anteriore e posteriore. Questi migliorano la precisione dello sterzo poiché irrigidiscono l’interfaccia telaio/ruota, afferma Michael Mayer, road brand manager di Trek, e assicurano anche che la ruota sia correttamente allineata nel forcellino, riducendo l’opportunità di sfregamento disco-rotore.

E se sei un fan dei pneumatici grandi, i Bontrager R3 Hard-Case Lites da 25 mm di Domane ti faranno sorridere, così come lo spazio per pneumatici molto più larghi. La bicicletta ha facilmente ospitato i 29 che ho installato in seguito e credo che avrei potuto raggiungere i 32 mm. Anche le ruote sono predisposte per tubeless.

Il Domane ha le migliori ruote, il miglior cambio, stabilità alla velocità, maneggevolezza accurata, una guida fluida e la capacità di prendere pneumatici larghi, freni compatibili con tubeless, perni passanti, supporti per parafango, ingranaggi mortali, peso ridotto, e una garanzia a vita sul telaio. Questa bici offre così tanto che, nonostante le sue stranezze, non posso negarlo. La Domane Disc è una delle migliori bici da strada disponibili.

Tutto quello che c’è da sapere
Bici elegante e ad alte prestazioni Che è liscia e versatile Perni passanti
anteriori e posteriori convertibili in QR tradizionali con qualche sacrificio di rigidità
Il miglior cambio (Shimano Di2) e frenata (dischi Shimano R785 litri) sulla strada mercato

Peso: 76 kg (54 cm)
Info: trekbikes.com

I parafanghi sono meravigliosi
Questa è stata la prima bici moderna che conoscevo che aveva un legittimo lignaggio da corsa professionale oltre ai supporti per parafango. Dopo che abbiamo avuto la nostra prima neve in Colorado, ho installato i parafanghi senza vergogna.

Recensione Von Hof Steel ACX Le Migliori Bici Da Ciclocross

Recensione Von Hof Steel ACX Le Migliori Bici Da Ciclocross

Seleziona la tua vernice e le parti e anche questo Von Hof prodotto negli Stati Uniti può essere alla tua porta in un paio di settimane.

The Takeaway: una moderna bici da cross da corsa in acciaio inossidabile.

  • Quadro made in USA fornito in sei misure di stock. Le cornici personalizzate iniziano da
  • Spazio per pneumatici di 40 mm in modo da poter guidare sulla ghiaia quando l’anno CX è finito.
  • Le build complete di bici personalizzabili partono da circa
  • Maniere rigide e taglienti da bici da corsa.

Peso: 87kg. (54 cm)

Il Von Hof Steel ACX fornisce la freschezza di un telaio da ciclocross in acciaio prodotto negli Stati Uniti a un prezzo competitivo. Con una geometria competitiva, in particolare i foderi posteriori più corti da 420 mm e l’interasse di 1.010 millimetri (misura 54) e 67 mm di staffa di base che si abbassano a complemento di un telaio rigido, questa è una bicicletta da cross da corsa impenitente. Tuttavia, con un massimo di 40 mm di spazio per i pneumatici e supporti per due portaborraccia, Steel ACX può passare a una bici da endurance o gravel quando l’anno CX è finito.

È veloce e la maneggevolezza è affilata. Un piccolo sussulto dei pub, un movimento dei fianchi, e questa bici cambia gestione con la propria rigidità che conferisce precisione. Inoltre, sebbene inflessibile, Steel ACX ha una flessibilità laterale sufficiente per monitorare bene gli angoli sconnessi senza che le ruote saltino fuori.

Lo Steel ACX ha un ampio spazio per la sabbia con pneumatici CX da 33 mm e spazio per pneumatici fino a 40 mm. Trevor Raab

La corsa ha anche un vantaggio. L’acciaio ha la reputazione di essere scorrevole, ma forse non tutte le biciclette in acciaio sembrano una nuvola elastica. Questo in particolare è meno conforme di molti telai trasversali in carbonio e alluminio senza vantaggi in termini di peso di quei materiali. Ma questa bici si sente veloce e nitida con tutta la rigidità che vorresti per prendere a pugni da curve e salite brevi. Avrà la vivacità brillante e frizzante tipica dell’acciaio, quindi non importa cosa stai guidando, tuttavia se stai cercando di trovare una bici da cross in acciaio con una guida fluida, non è così. L’aggiunta di un reggisella in carbonio può aiutare (questa bici da ispezione aveva un modello Thomson in alluminio), ma è davvero una bici da corsa e va come tale.

Cortesia

  • Più pesante di una bici in carbonio comparabile

Von Hof fornisce i telai ACX in acciaio per i quali non è economico, ma è competitivo. Ad esempio, è meno di un telaio Specialized S-Works Crux () o persino di un set di telai Breadwinner Holeshot (). I cicli totali iniziano intorno Ci sono un paio di modelli di esempio sul sito dei marchi, ma Von Hof, ragionevolmente, personalizzerà un costrutto secondo il gusto degli acquirenti. La bicicletta vista qui sarebbe venduta per circa Total Steel I prezzi ACX sono in linea con altri piccoli appaltatori; tuttavia, i grandi produttori generalmente offrono più parti per i tuoi soldi rispetto a un costruttore più piccolo come Von Hof può.

Se sei esaurito su tutti i cloni di carbonio e stai cercando di trovare la robustezza dell’acciaio e il fascino dei piccoli costruttori, la Von Hof Steel ACX offre le prestazioni di una moderna bici da corsa CX, solo con un grande spirito.

-5 cose che amiamo-

Curve e gioco

La parte posteriore della Steel ACX ha spazio per pneumatici larghi fino a 40 mm e alcune curve abili.

Acciaio tornito

L’acciaio Columbus, come in questo tubo orizzontale ovale, è formato per ridurre il peso e ottenere un bell’aspetto.

Protezione dagli impatti

Il crash fa parte delle corse CX. Quando lo fai, il telaio dell’ACX è protetto con un gancio del cambio sostituibile.

Scegli la tua forchetta

VonHof fornisce una forcella n. 22 con doppio perno da 15 mm (illustrata) o una forcella Enve con perno passante da 12 mm.

Chi è Von Hof?

Von Hof ha sede a Hoboken, nel New Jersey, anch’esso gestito dal gruppo di marito e moglie di Rich Hofbauer e Diana Parmer. Il marchio è relativamente giovane, con sede nel 2013, ma Hofbauer ha radici nella scena della costruzione di telai della costa orientale che tornano ai 5,055 cm quando lavorava presso Rhygin Racing Cycles.

Rhygin non è durato a lungo, ma il più recente ha fatto alcune cose interessanti e creative nella sua breve vita, inclusa la costruzione con altri acciai come AerMet (una lega che ha avuto un aspetto molto pubblicizzato ma alla fine breve nell’industria delle biciclette) e inossidabile. Abbiamo anche costruito la prima bicicletta in acciaio con un Cannondale Headshok, afferma Hofbauer. (Nota: una volta, i piccoli costruttori che montavano i Cannondale Headshok nei loro telai erano un’intera cosa.)

La vernice di Von Hofs era deliziosa e profonda. Trevor Raab

Von Hof non costruisce o dipinge cornici in casa. Questi compiti si svolgono nelle vicinanze di Vicious Cycles, un rispettabile costruttore di telai (con officina interna) di proprietà di Carl Schlemowitz.

Il piano per Von Hof prevedeva di creare telai da strada, da montagna e da ciclocross di fabbricazione americana in piccoli lotti con tempi di consegna rapidi e ottimi prezzi su telai di qualità personalizzati, afferma Hofbauer. Carl gestisce tutta la nostra produzione e verniciatura, il che ci consente di concentrarci su specifiche, accessori, pubblicità, marchio e incoraggiare il gruppo di marchi di incredibile ciclocross.

Hofbauer afferma che una bici di dimensioni standard con vernice personalizzata o standard viene spedita in un paio di settimane, mentre la geometria completamente personalizzata allunga la scadenza da 75 a 90 giorni. In ogni caso, è abbastanza veloce per un piccolo costruttore.

La Cornice

Steel ACX è costituito da un mix personalizzato di tubi in acciaio Columbus. I dettagli del telaio comprendono un attacco inferiore T47, un tubo flessibile di dimensioni standard e un alloggiamento che corrono esternamente sotto il tubo posteriore, un tubo sterzo conico che utilizza cuscinetti interni della serie sterzo, impugnatura pinza freno a montaggio piatto, perni passanti anteriore e posteriore (12 o 15 per 100 mm -a seconda della forcella scelta-e 12 mm per 142 mm, rispettivamente), un diametro del reggisella da 27,2 mm, insieme a 2 supporti per borraccia.

Il Von Hof è dotato di un tubo sterzo elegantemente conico con cuscinetti interni. Trevor Raab

Un altro aspetto importante del nostro rapporto con Carl e la nostra produzione di piccoli lotti è la nostra capacità congiunta di reperire o produrre tubi specifici, forcellini e parti minuscole che non sono disponibili altrove negli Stati Uniti, afferma Hofbauer. Alcune istanze trovate su Steel ACX contengono i forcellini, così come le guide del tubo del freno e dell’alloggiamento del deragliatore.

Inoltre, Vicious Cycles modifica internamente i tubi Columbus in Steel ACX: il tubo migliore è ovale, mentre Vicious ha lavorato duramente il tubo sterzo per alleggerire un po’ di peso.

La Geometria

Von Hof fornisce Steel ACX in sei dimensioni di inventario, da 48 a 61 centimetri. La sua geometria è media per una moderna moto da cross, ancora più aggressiva. Inoltre, i foderi orizzontali e l’interasse sono sul lato corto e il movimento centrale è leggermente inferiore per una maggiore distanza del pedale.

.

Poiché in questo momento c’è una grande impollinazione incrociata tra le categorie, ho chiesto a Hofbauer la sua interpretazione delle differenze tra ciclocross e geometria del dirt. Vengo da un’epoca in cui la bici CX era per tutti tranne che per le corse su strada, dice. Penso che una bicicletta gravel specializzata abbia senso se questo è tutto ciò che fai e richiedi anche una guida super stabile senza una grande personalità per farti passare ore di ghiaia coerente. Volevamo realizzare questa bicicletta per l’avventuriero o anche per il corridore CX a cui piace guidare sulla ghiaia, non il contrario. Nessuno desidera spingere una bici gravel attraverso un percorso CX o singletrack super tecnico.

Lo Steel ACX si è sentito benissimo quando ci ho corso sopra e ha funzionato bene anche per altri tipi di guida. Insieme a pneumatici da 40 mm, diventerà un po’ alto a causa di questa caduta del movimento centrale di 67 mm (alcune bici gravel hanno più di 80 mm), ma con pneumatici più grandi non si sente molto diverso da una bici da corsa su strada.

La Costruzione

Von Hof fornisce tre kit di costruzione 1x campione sul suo sito web. Il kit è composto da trasmissione SRAM Rival 1 e freni a disco idraulici con cockpit e sella Ritchey e ruote Stans No Tubes con cerchi in alluminio. Ad esempio comprende una SRAM Force 1 con attacco manubrio e reggisella Thomson, barra Ritchey e ruote HiFi con cerchi in alluminio. Il terzo kit () ha anche una trasmissione SRAM Force 1 e ruote, tuttavia aggiunge parti premium come un reggisella e un attacco manubrio Pauls più un set di ruote con cerchi in carbonio.

Von Hof personalizzerà la build per l’acquirente. Questa bicicletta presentava cerchi in carbonio Astral e pneumatici da corsa Donnelly da 33 mm. Trevor Raab

Tuttavia, questi kit sono esempi più che altro. Hofbauer afferma di non tenere i kit di costruzione in magazzino e ordina i componenti dai suoi fornitori come richiesto, il che gli fornisce la possibilità di personalizzare ogni bicicletta per il singolo cliente. Con tempi di consegna da due a quattro giorni dai suoi fornitori di componenti, Hofbauer afferma di poter raggiungere le sue biciclette complete di consegna di due settimane quotate con geometria di serie e kit di componenti personalizzati.

La bici che vedi qui ha un costo ed è essenzialmente costruita da Von Hofs con un aggiornamento della ruota in carbonio.

La Corsa

La Steel ACX si guida proprio come una vera bici da corsa. È rigido, veloce e preciso. Tuttavia, non è del tutto flessibile o conforme. L’acciaio ha una reputazione per il comfort e la levigatezza, tuttavia, nella mia esperienza, che la posizione in piedi si basa sull’acciaio più vecchio, non sull’acciaio nuovo.

I telai ad anse del passato, fatti di leghe più vecchie e con tubi di piccolo diametro, erano flessibili. Ma questo non è l’acciaio che abbiamo oggi. Troverai nuove leghe e i tubi sono più grandi. I telai sovradimensionati in acciaio saldati a TIG di oggi non viaggiano come i vecchi telai su cui si basa l’acciaio una vera leggenda; sono rigidi, affilati, precisi e super resistenti. Ma se dovessi dare la priorità alla conformità e all’uniformità, ora è più probabile che la trovi nel carbonio rispetto a qualsiasi altro materiale.

Il Von Hof ha forcellini unici con un forcellino del cambio sostituibile.

Trevor Raab

Con questo Von Hof, ho sentito che i dossi, le radici e le aperture delle classi cross con cui ho corso, ci credevano davvero. Tuttavia, la corsa non è stata punitiva e non mi ha stancato prima della fine delle mie gare. E la precisione e la rapidità delle biciclette erano assolutamente perfette per la follia anaerobica che è il cross racing. Inoltre, la trazione in curva era molto buona: anche se era rigida in discesa, la bicicletta aveva abbastanza elasticità da un lato all’altro da seguire bene le curve impegnative.

Ma gareggiare con questo Von Hof mi ha costretto ad affrontare una realtà imbarazzante. Sebbene io sia un fan dell’acciaio, possiedo tre bici da strada in acciaio, non sceglierei l’acciaio per la mia bici da ciclocross se avessi preso sul serio le corse. Le biciclette in carbonio di oggi possono essere così grandiose e, rispetto a una bicicletta in acciaio, il peso inferiore, la guida più fluida e la rigidità del quadrante sembrano un vantaggio troppo grande per essere scartato quando i risultati contano.

Ovviamente, ho alcuni problemi con la guida più rigida, ma capisco è più una preferenza personale che la verità. Ad alcune persone piacciono le bici più rigide. Se lo fai, questa bici potrebbe essere per te. In alternativa, sostituire la barra in alluminio, l’attacco manubrio e l’asta (ho sempre trovato il palo Thomson un po’ rigido) con il carbonio dovrebbe addolcire un po’ la corsa. La mia unica altra lamentela è che ho notato che il percorso dell’alloggiamento e del tubo flessibile sotto il tubo obliquo sembrava intrappolare gli spruzzi delle ruote e promuovere l’accumulo di fango.

Valutare la rimozione del fango di Von Hofs. phillips opaco

Credo che la Von Hof Steel ACX sia un’eccellente bici da corsa da ciclocross, che usa tutta la sensazione calda e sfocata che non proverai acquistando una bicicletta di grandi marche. Insieme al turnaround è molto impressionante per un telaio made in USA con vernice personalizzata e kit di parti. Questi sono buoni motivi per ottenere questa bici. E troverai di più: le prestazioni menzionate in precedenza, la sua versatilità – onestamente mi sono piaciuti i giri casuali su strada e sulla ghiaia su questa bici più di quanto mi sia piaciuto il crossover da corsa – e la sua distanza per i pneumatici (che, con pneumatici CX regolamentari da 33 mm, diventa grande distanza dalla sabbia). È anche una bella bici, con grandi linee e un’eccellente costruzione.

Amo i piccoli costruttori e le strutture metalliche; smanettare con Rich Hofbauer è stata una gioia. E parlare con lui è stato un promemoria del perché acquistare una bici come una Von Hof può essere davvero fantastico. Invece della carta di credito alla conclusione di un viaggio in bicicletta, quando acquisti una Von Hof sei un collaboratore e parte della creazione delle biciclette. E c’è qualcosa che senti nel tuo spirito ogni volta che ne guidi.
-Dettagli Von Hof Steel ACX-

Stile: Cyclocross
Sostanza : Columbus Steel
Distanza pneumatici: 700 x 40 mm
Trasmissione: SRAM Force 1x
Freni: SRAM Force HRD, dischi anteriori da 160 mm, rotori posteriori da 140 mm
Ruote: mozzi White Industries CLD, cerchi in carbonio Astral Wanderlust
Pneumatici: Donnelly MXP 33 mm
Pedivelle: SRAM Force 1
Cassetta: 11-32t
Corona: 42t
Manubrio: Ritchey WCS Ev0
Attacco: Thomson Elite X4
Reggisella: Thomson Elite
Sella: Fabric Line Hurry Shallow

Bici E Attrezzatura Da Donna 2015

Bici E Attrezzatura Da Donna 2015

Niente più compromessi

Specializzato

Forse è solo il mio gusto, ma mi piacerebbe sempre gravitare verso le bici e l’attrezzatura da uomo, invidioso di non riuscire a trovare una versione da donna che potesse apparire, giocare e abbinare anche. In questi giorni, mi ritrovo a guardare con desiderio sempre meno cose per ragazzi, con sempre più marchi che offrono attrezzature da donna ben pensate, alla moda e orientate alle prestazioni, ho un sacco di cose mie da desiderare.

Uno di questi marchi, Specialized, si distingue per la sua vasta gamma di prodotti specifici per le donne, dalle biciclette ai vestiti, dalle selle alle scarpe, nonché per il livello di cura prestato alla vestibilità e alla tecnologia delle donne. Il mese scorso ho trascorso un lungo weekend a Santa Cruz, in California, con il gruppo di prodotti da donna di Specialized, e sono uscito dal viaggio colpito dalla loro evidente passione per la loro linea da donna.

Ecco alcune delle nuove mountain bike, bici da strada e attrezzatura da donna più entusiasmanti provenienti da Specialized nel 2015. Prima di saltare, fai attenzione: il misuratore di lussuria potrebbe subire il tetto.-Gloria Liu

Ruby Guru Disc Ultegra Di2

Specializzato

Questa stagione, la bicicletta da strada Endurance da donna di fascia alta Specialized ottiene i freni a disco idraulici Shimano 785, per ottenere un controllo e una sicurezza extra su pedalate estese e discese veloci e aumentare la potenza di arresto sulle ruote in carbonio Roval. E non lasciarti ingannare dalla categorizzazione delle bici da strada endurance: la Ruby veloce e reattiva ha un movimento centrale e una parte posteriore più rigidi rispetto a molte bici da corsa da uomo, afferma Stephanie Kaplan, product manager di Specialized. Un layup in carbonio ben intenzionato e gli smorzatori di vibrazioni Zertz mantengono le cose lisce e confortevoli nel lungo periodo. Il Ruby Pro Disc che utilizza Ultegra Di2, che offre un cambio burroso ed esatto, è

Bici da strada in alluminio Dolce

Specializzato

Nuovo nel 2015, il Dolce porta la geometria di resistenza Rubys in un telaio in alluminio e un prezzo più accessibile, iniziando e spostandosi per un Dolce Comp Disc EQ, con freni a disco idraulici Shimano 785 e componenti Shimano 105. (I freni a disco meccanici sono disponibili anche sul Dolce Elite Disc EQ, che costa ) Specialized ha incorporato la tecnologia DAluisio Smartweld impiegata nel proprio telaio da strada Allez in alluminio da uomo, che aggiunge attributi simili al carbonio al Dolce: aumento della rigidità torsionale per una migliore maneggevolezza, e una migliore conformità verticale in modo che la bicicletta assorba più rumore della strada.

Scarpa da mountain bike Motodiva

SpecializedFor ottieni anche una scarpa da trail versatile per la guida a tutto tondo. La Motodiva ha una velocità di 6,0 rispetto all’indice di rigidità da 4,0 a 13,0 dell’azienda, rispetto al punteggio di 11,0 per la scarpa da corsa Cascade XC dell’azienda. La singola chiusura Boa mantiene la metà superiore di questa scarpa in tensione nel tempo e rende facile regolare la scarpa immediatamente mentre stai rotolando. Un’altezza del colletto bassa si adatta anche alle caviglie delle donne. Siamo rimasti colpiti dalle scarpe da mountain bike Specialized in passato – le Rime Expert da uomo hanno vinto il Bicyclings Editors Choice Award nel 2014 – quindi cerca presto anche una recensione delle Motodiva.

Vita Expert Carbon Disc EQ

Specializzato

Prenderei questa bici per mia madre, se dovessi scalciare. E vorrei aver saputo della Vita se la mia migliore amica Kelsey mi avesse chiesto un anno fa, mi piacerebbe iniziare a pedalare. Quale bici dovrei prendere? Sinceramente, anche se mi sono imbattuto in uno di loro gratuitamente, potrei avere difficoltà a darlo via – sarei piuttosto tentato di trasformarlo in una cittadina truccata, piuttosto, usando il suo telaio in carbonio leggero, la forcella monoscocca completa, il disco idraulico freni, insieme al cambio Shimano 105. I supporti nascosti conferiscono un aspetto pulito ed elegante e accettano parafanghi, un portapacchi o persino un rimorchio BOB. La Vita arriva anche pronta all’uso dalla scatola, quindi non è necessario noleggiare un negozio di biciclette per assemblare: basta capovolgere il manubrio, mettere i pedali e guidare, guidare, guidare.

Caschi da donna con HairPort

Specializzato

Combatto per chiamare l’HairPort una tecnologia o un metodo come fa Specialized: beh, un foro più grande nella parte posteriore del casco che rende facile tirare la coda di cavallo. (Inoltre, ha un quadrante regolabile e quattro posizioni in altezza.) Ma, avendo i capelli lunghi e folti, trovo davvero che HairPort sia una caratteristica persuasiva: mi rende molto più comodo indossare e togliere il casco senza tirare la mia coda di cavallo sciolto. Tutti i caschi da donna Specialized sono dotati di HairPort nel 2015, incluso il casco da bicicletta da montagna Andorra e il casco da strada Prevail da donna S-Works.

Scarpe da strada da donna Zante

Specializzato

La scarpa da strada S-Works è una delle scarpe da strada da donna più leggere disponibili sul mercato (una taglia 39 pesa solo 190 g). Tuttavia, è fuori portata per la maggior parte. La nuova scarpa da strada Zante sostituisce la precedente versione Pro, ma offre comunque la regolazione del quadrante Boa, pesa solo 215 g per scarpa, ha anche una velocità di 8,5 sulla scala di rigidità dell’azienda da 4,0 a 13,0 (la scarpa da strada S-Works valuta 13,0). Ottieni tutto questo a un costo più appetibile di

Specialized S-Works Era 29

La nuova macchina da corsa cross-country da donna di SpecializedSpecialized è costruita per il ciclista 80-20, come afferma la product manager Amy Nelson: Questa è la ciclista che trascorre l’80% del suo tempo in salita e il 20% in discesa. Ma quando ho testato la taglia piccola S-Works Era attraverso le sezioni (anche se poco frequenti) sconnesse o radicate sui sentieri del Wilder Ranch a Santa Cruz, questa bici sembrava avere oltre 90 mm di sospensione (taglie medie e grandi consumate 100 mm) -Inoltre è stato sorprendentemente piacevole puntare in discesa. L’assemblaggio S-Works top di gamma include la nuovissima forcella rovesciata RockShox RS-1, BRAIN jolt con autosag, una struttura in carbonio FACT da 11 m e un set di ruote in carbonio leggero; e costa un bel soldo a I modelli meno costosi sono disponibili per il tuo Era Comp Carbon 29 e anche per Era Expert Carbon 29.Inizia a cercare una recensione completa di questa era S-Works in un prossimo numero di Bicycling.
Gloria Liu Contribuente Scrittrice, Bicycling & Runners World

Gloria Liu è una scrittrice in generale, e in precedenza è stata l’editor di funzionalità e attrezzature in Bicycling.

Brompton Electric

La conclusione: la migliore bici pieghevole per pendolari sta per migliorare molto.

  • Chi dovrebbe guidare: i pendolari che desiderano mostrarsi senza sudore fino al posto di lavoro e ripongono la bicicletta sotto la scrivania.
  • Ciò che amiamo: il motore autonomo super fluido.
  • Qualcosa che non sappiamo : non è solo ora disponibile vernice metallizzata viola.

Peso: 15kg.

Le biciclette Brompton soddisfano le esigenze degli utenti meglio di qualsiasi altra bicicletta sul mercato: pendolari con poco spazio per recarsi al lavoro e individui che prendono il treno e utilizzano la bicicletta per il primo e l’ultimo miglio. La Brompton Electric ha quindi preso un ottimo strumento e ha ridotto la necessità dei ciclisti di fare la doccia alla nascita. Le sue ruote da 41 cm gli offrono un’ottima accelerazione in fuoristrada e in salita, insieme all’e-assist è fluido e graduale. Un sensore di coppia interno nel movimento centrale comunica con il motore del mozzo anteriore per risparmiare la carica della batteria. Dopo che il motore si è esaurito o ha rilevato una coppia bassa, la bici scorre sulla tua elettricità e slancio sul mozzo della ruota libera all’interno del motore.

La nuovissima Brompton Electric fornisce un supporto elettrico fino a 24 km/h. Jimmy Cavalieri

Il motoriduttore interno fornisce un’assistenza massima di 24 km/h. Come la maggior parte delle Brompton, l’Electric si piega in terzi. È disponibile in due o 6 velocità, insieme al telaio disponibile in bianco o nero. Gli acquirenti scelgono tra 2 diverse altezze del manubrio: normale o due pollici più alto per ottenere una posizione più rilassata. Le biciclette saranno in vendita negli Stati Uniti a giugno o luglio, negli States Brompton.

Il motore

Piuttosto che dotare una Brompton di componenti prefabbricati per e-bike, Brompton ha arruolato il supporto dei veterani della Formula 1 della Williams Engineering per creare un sistema motore specifico per Brompton. La bici utilizza un motoriduttore interno da 250 watt sul ponte anteriore. Il piccolo motore utilizza una batteria relativamente leggera, mantenendo il peso basso e integrando le ruote da 41 cm di accelerazione.
Il motore ha una ruota libera integrata per una partecipazione più fluida all’assistenza e un rotolamento senza resistenza in modalità off. Jimmy Cavalieri

Un sensore di coppia all’interno della staffa di base comunica con il motore in base alla potenza e alla cadenza. Il mozzo a ruota libera ti consente di guidare con il motore spento piuttosto che lavorare contro qualsiasi resistenza extra. Aiuta anche a risparmiare la carica della batteria lasciando che la bici vada in moto sotto il tuo slancio e anche alleggerendo il carico sul motore quando non stai mettendo una grande quantità di coppia sui pedali. La transizione quando il motore partecipa è liscia ma forte, insieme al sensore di coppia rileva correttamente quando hai bisogno di una spinta e se stai solo andando in crociera.

La batteria

Il pacco batteria specifico per Brompton si trova sulla parte anteriore, collegato dove va il cestino o l’attacco della borsa per Brompton non elettrici. È collegato tramite una spina a prova di jiggle che non si disfa se si avvolge su alcune grandi buche. Per rimuovere la batteria dalla bici, premere il pulsante di rilascio in alto accanto alla maniglia e sollevarla. La batteria si ricarica in quattro ore.

Quando giri il bilanciere, il pacco batteria rimane in posizione anziché ruotare insieme ad esso, mantenendo l’estremità anteriore bilanciata. Jimmy Cavalieri

Nella parte superiore del pacco batteria è presente un pannello operativo in cui i motociclisti possono accenderlo, controllare il livello della batteria, alternare tra quattro modalità di alimentazione 1, 2 o 3), quindi accendere il faro. Gli acquirenti possono scegliere tra due dimensioni della borsa della batteria. L’opzione più piccola contiene la batteria e contiene una tasca con spazio sufficiente per il portafoglio, le chiavi e il telefono. La scelta più grande è abbastanza grande da trasportare il pranzo e i vestiti da palestra, o anche un’altra batteria se sei diretto a un’escursione più lunga. I motociclisti che desiderano passare a una borsa anteriore più grande possono dettare il mercato degli accessori per borse grandi senza acquistare un’altra batteria.

Brompton ha creato la propria interfaccia utente elegante e semplice. Jimmy Cavalieri

Stile specifico per i pendolari

La Brompton Electric è costruita attorno alla stessa struttura dell’attuale Brompton standard, disponibile anche in bianco o nero. Si piega in tre in modo da poterlo riporre in un armadio, sotto la scrivania, così come nella cappelliera di un aereo. Questa versione include anche parafanghi e una campana.
Tutte le parti su Bromptons sono proprietarie, quindi ogni parte è perfettamente appropriata alla funzione. Jimmy Cavalieri

L’unica interfaccia utente intorno alla Brompton Electric è la pulsantiera sulla parte superiore del pacco batteria. Questo design elegante semplifica la configurazione per i pendolari che sono solo preoccupati di arrivare dove stanno andando e godersi il loro tragitto giornaliero, invece di tenere sotto controllo la velocità o la potenza.

Per compensare le loro ruote da 41 cm, le Brompton arrivano con una corona sovradimensionata da 50 denti. Poiché le ruote più piccole accelerano velocemente ma sono più difficili da raggiungere a velocità più elevate, l’anello della catena consente ai ciclisti di andare molto più velocemente con meno RPM.

Brompton progetta e produce internamente tutti i suoi componenti per essere sicura che siano ottimizzati per i loro piccoli telai e il design pieghevole unico. Quindi, insieme a tutte le parti specifiche del motore che progettano, anche i punti caratteristici, il sistema dei freni a cerchione e il sistema di trasmissione sono proprietari. Ben eseguita, funzionale ed elegante, la Brompton Electric è perfetta per i pendolari che desiderano una soluzione rapida e senza fronzoli per arrivare dove vogliono e desiderano avere un bell’aspetto nel farlo.

Il redattore del test Riley Missel è un esperto corridore su strada, mountain biker e un vincitore nazionale sulla pista che era a Bicycling nel 2017.

Pavimentazione

Pavimentazione
CJ Burton

Capitolo 1: La mia ossessione per l’asfalto è nata durante un giro in bicicletta in un cimitero

Non ricordo come sono finito lì quel giorno. Forse ho pedalato per la vista, un panorama formidabile dello skyline di San Francisco che si trova alla fine di una grande rete di strade e vicoli lastricati che raggiungono le colline. O forse ero arrivato alla conclusione di un viaggio troppo breve, imboccando una deviazione che si snodava tra lapidi impeccabili e cripte di famiglia munsteresque. Quello che ricordo è di annusare sensorialmente l’erba appena tagliata vicino all’ingresso, quindi notare il rumore delle mie gomme sul marciapiede, qualcosa come il bacon sfrigolante. Da quando ho iniziato a pedalare in salita, lo strato di asfalto liscio, nero e burroso ha lasciato il posto a qualcosa di croccante, come la mollica che si trova su una torta al caffè. Piccole cascate di sassi scivolarono via dai miei pneumatici. Il marciapiede cambiò di nuovo, stretto e brunastro. Apparvero delle crepe, poi un sconcertante,rinfrescante macchia di asfalto nero come la pece. È arrivata una buca. E, appena oltre una tomba con l’etichetta Nutter, il marciapiede ha ceduto completamente e la strada è diventata sterrata.

Tutte le principali domande esistenziali si sono affrettate verso di me Perché un po’ di asfalto resta e un po’ di asfalto si muove? Da dove vengono le strade? Cos’era quel suono frizzante? Quando avevo quattro anni, un giorno d’estate apparve una squadra di pavimentazione davanti alla casa. Mia madre, che si divertiva a far fermentare i crauti a casa, mi ha avvertito di stare lontano dal trambusto. Ho passato la giornata a guardare la nascita di una strada da dietro un albero. L’asfalto era lucido, bollente, apparentemente un po’ appiccicoso, e puzzava di dinosauro decaduto. Irresistibile. Non appena la squadra era partita per il pomeriggio, mi sono tolto le scarpe e sono corso verso la strada, sperando di lasciare un’impronta sulle mie dita dei piedi. Sono saltato sull’asfalto e avevo bisogno di un momento alla Wile E. Coyote, diventando un bambino da cartone animato congelato a mezz’aria, sbuffi di fumo nero che risuonavano dai miei piedi, occhi come uova fritte, gambe pieghettate come fisarmoniche,eccetera..

Tornato sul marciapiede, ero rimasto deluso nel vedere che non avevo lasciato alcuna opinione sull’asfalto. La nuova strada mi aveva lasciato il segno: grumi di catrame nero appiccicoso erano attaccati alla punta di ogni dito. I coaguli non verrebbero via. sono stato segnato. Dieci piedi portavano il nero a prova di macchia che non solo “mi sono avvicinato all’asfalto” ma ho anche dedicato il crimine degno di sculacciata di “giocare per strada”. Il mio cuore batteva. La punizione era vicina. Poi mi è venuto in mente un disturbo: i calzini. Indosso i calzini e li ho tenuti per giorni.

E così, l’asfalto è diventato il mio primo piacere furtivo.

Sotto la tensione cumulativa dei successivi piaceri furtivi – nessuno adatto a una rivista di ciclismo – l’asfalto era svanito dalla mia coscienza. Come chiunque vada in bicicletta, conosco il suo impatto su di me di tanto in tanto. Ma lì in città, mi ha colpito il fatto che nonostante tutti gli sforzi che i ciclisti mettono nel capire il modo di pedalare – come allenarsi e maneggiare una bicicletta, mangiare correttamente ed eseguire la manutenzione – e nonostante l’ammirazione che prodighiamo per le strade lisce e il disprezzo che ammucchiati su un marciapiede rotto, non sappiamo praticamente nulla della superficie sulle nostre ruote che girano. Forse è meglio così, perché dopo aver iniziato a pensare davvero alle fondamenta del nostro sport, è stato più facile continuare che smettere.

Capitolo 2: Le nostre biciclette sono progettate per isolarci dal marciapiede

Sentiamo che la strada attraverso occhiali che assorbono le vibrazioni e selle in gel insieme a reggisella ammortizzanti e nastro manubrio spesso e imbottito. L’unica volta che sperimentiamo davvero l’asfalto è quando le nostre gomme smettono di prenderlo e cadiamo.

Quel momento sembrava un buon punto di partenza. Si è scoperto che l’uomo che ha capito perché le gomme delle biciclette cadono in preda esattamente a ciò che le persone che studiano queste cose chiamano slide out era Jobst Brandt, un ingegnere e autore di The Bicycle Wheel , il lavoro seminale sull’argomento. Brandt mi ha informato che l’interazione tra pneumatico e pavimentazione rientrava nell’argomento della tribologia, lo studio dell’attrito, della lubrificazione e dell’usura.

Negli anni ’80, ha detto, desiderava analizzare come funzionano gli pneumatici sull’asfalto reale: con quale angolo scivolano fuori? Come agiscono in modo diverso sulle strade bagnate? Per fare ciò, aveva bisogno di creare una macchina che consentisse all’asfalto di muoversi e alla bicicletta di stare ferma. Ha costruito una ruota di 1,8 m di diametro e 0,6 m di larghezza, e l’ha asfaltata “come una normale rampa di un’autostrada”, afferma. Quindi ha montato una forcella che avrebbe tenuto una ruota di bicicletta contraria all’asfalto con la stessa pressione che potrebbe esercitare un ciclista umano. Quando ha avviato la cosa, ha potuto quantificare con precisione l’angolo di slittamento di pneumatici diversi. Riusciva a simulare la pioggia con una borraccia fissata sopra la ruota d’asfalto. L’aggeggio sembrava un incrocio tra una ruota di criceto a misura d’uomo e uno di quei diagrammi tibetani del cosmo. Ovviamente volevo vederlo. Tuttavia,Brandt ha detto che non ce l’aveva e mi ha dato un numero di telefono a cui telefonare.

Il numero era il telefono di casa di Bud Hoffacker, presidente di Avocet, che non ha espresso sorpresa che stessi chiamando per una ruota d’asfalto di 20 anni, alta 1,8 m. “Sì”, ha affermato, “abbiamo speso diverse centinaia di migliaia di dollari per questo.”

No, non l’ho potuto vedere, perché era in deposito. Tuttavia, Hoffacker ha delineato una serie di classi di questa grande ruota da asfalto: dossi e solchi sul marciapiede riducono l’angolo di slittamento di qualsiasi pneumatico da cinque a otto gradi, il che rende più probabile la caduta. Le griglie metalliche riducono della metà l’angolo di scorrimento.

E, si dà il caso, il marciapiede non è una semplice superficie, un piano superficiale che attraversiamo immutato. La strada ci cambia, o almeno le nostre ruote. Il designer di pneumatici Michelin Mark Ludlow mi ha chiarito che le trame e le temperature stradali alterano davvero l’organizzazione molecolare della gomma.

Come la gomma da masticare, la gomma è viscoelastica: tirala in una giornata fredda quando è dura e scoppia; tiralo lentamente in una giornata calda e si allunga, diventando più morbido e appiccicoso. Quando i pneumatici rotolano su una strada, si riscaldano per attrito, così come la gomma vibra in risposta alle dimensioni e alla forma dei granelli di ghiaia sul marciapiede. Quando tutto va bene, la gomma del pneumatico è abbastanza tenera da afferrare la strada ma abbastanza difficile da evitare di lasciare una pagnotta nera di per sé.

Ma se una gomma inizia a scivolare sull’asfalto, succede qualcosa di diverso. “Piccole rocce agitano il blocco del battistrada e la gomma stessa diventa più rigida”, dice Ludlow. “Comincia a rimbalzare sulle cime delle rocce invece di drappeggiare tra l’afferrare e loro. Cioè se senti stridere le gomme. Inoltre, ci sono cose che accadono che non senti. Forse un cane le sente. Io davvero non capisco.” Ludlow mi ha detto che non può essere su una strada senza sentire ogni sorta di rumore di marciapiede, rumore di calpestio e quello sfrigolio. “Dopo aver trovato quei suoni”, afferma, “li senti sempre”.

Capitolo 3: I pneumatici hanno generato le strade, non il contrario

Dopo la prima bicicletta moderna, la sicurezza senza ruote alte, arrivata su due libbre, pneumatici di gomma pieni d’aria nel 1880, migliaia di nuovi ciclisti sono saliti e hanno pedalato furiosamente nel mezzo di una rivoluzione sociale. La prevalenza delle biciclette ha iniziato a cambiare il paese in un modo che non era stato previsto. Le donne abbandonarono le gonne per i calzoncini, accelerando le battaglie che alimentarono il movimento per i diritti delle donne; i predicatori si lamentavano che i loro parrocchiani stavano abbandonando la chiesa per viaggiare attraverso la campagna; Le vendite di organi a pompa sono diminuite, secondo Dan McNichol, autore di
The Roads That Built America, indicando, forse, che gli organisti della pompa erano persone a cui piaceva pompare invece di persone a cui piacevano gli organi. Non ultima di queste conseguenze sociali fu che tutti questi ciclisti si ritrovarono presto bloccati in corsie fangose e piene di solchi che a volte erano derisorie conosciute come canali di fango. I ciclisti hanno iniziato ad agitarsi per strade lisce, drenate e livellate. Persino la League of American Wheelmen aveva 80.000 membri nel 1896, anno in cui il suo presidente, Sterling Elliot, dichiarò: “Non puoi premere sulla corona di strade fangose sulle teste del timoniere che lavora: non lo crocifiggerai su un incrocio così impegnativo un’anatra non potrebbe attraversarli con stivali di gomma.” Stava prendendo in giro un discorso della campagna creato da William Jennings Bryan, ma non era uno scherzo: i ciclisti stavano aumentando il peso politico. Un anno dopo, 20,000 ciclisti hanno eletto il sindaco di Louisville, nel Kentucky, secondo lo storico Joe Ward, perché ha promesso di pavimentare Broadway e proteggere i proprietari di case avversi alla polvere dall’innaffiare le piste ciclabili con così tanta acqua da trasformarsi in un “perfetto loblolly” di sabbia.

La richiesta di strade percorribili ha causato l’invenzione di strade secondarie più grandi dell’acciottolato, che non solo si intasavano di letame di cavallo ma anche, secondo una fonte storica, provocavano un “rumore di nervi” quando i cavalli camminavano. Macadam, fatto di strati di pietra graduata, è stata la strada di questo momento fino al 1900, quando l’ascesa della popolarità dell’asfalto è davvero decollata. Il primo asfalto di successo dagli Stati Uniti è stato installato nel (dove altro?) New Jersey nel 1870. Indietro nel 1896, New York City cambiò da granito e mattoni ad asfalto per nuove pavimentazioni e, dalla metà degli anni ’30, l’asfalto fu utilizzato in più di 4/5 della pavimentazione autostradale.

Dai primi giorni di asfalto, tutto il catrame appiccicoso proveniva da un grande fiume di asfalto naturale a Trinidad. Sul picco di un vulcano spento, Pitch Lake è di 115 acri di petrolio greggio fangoso, che urta in superficie da un serbatoio molto al di sotto. Il lago agisce come un gigantesco miscelatore, facendo vorticare olio primitivo molto denso insieme ad argilla e acqua per formare un glop resistente. Il lago ha fornito quasi tutto l’asfalto del pianeta fino al 1900, quando le raffinerie di petrolio hanno iniziato a creare la materia dai rifiuti. Forse in questi giorni l’asfalto ha conosciuto un’aria più misteriosa: il lago ha espulso anche giganteschi ossi di bradipo, un dente di mastodonte e, nel 1928, un albero di 4000 anni, che per alcuni giorni si è innalzato a 3,0 m dalla superficie prima di torna nel profondo. Allo stesso modo, la costruzione di strade asfaltate è stata incostante, più arte che fantascienza. Molti si sono incrinati, degenerati rapidamente,distruggersi.

Il lago di asfalto di 115 acri di Trinidad, in cima a un vulcano spento, ha creato un livello di asfalto naturale di cui si parla ancora con riverenza da ingegneri e finitrici. (CJ Burton)

Gli agricoltori non erano pazzi per le migliori strade asfaltate. Predicevano i marinai brucianti e i pavoni spocchiosi furfanti di città che desideravano zone elaborate e ad alta velocità senza riguardo per quanto costassero ai contribuenti laboriosi (come gli agricoltori). Quindi la lotta politica per le grandi strade si è protratta per decenni. La League of American Wheelmen alla fine smise di mantenere promesse e di fare discorsi sciocchi e da tetto. Piuttosto hanno iniziato a pubblicare una rivista traballante chiamata Good Roads e a fare seriamente pressioni su agricoltori, ferrovie e congressi.

La storia è precipitata in avanti, ora su pneumatici, e quasi nessun appassionato si è seduto a considerare dove si sarebbe diretta ciascuna di queste strade. “Il destriero d’acciaio sta attraversando l’universo”, scrisse il Louisville Courier della bicicletta nel 1897. “Presto potremmo leggerlo durante una grande corsa che saltella intorno agli anelli di Saturno”.

Capitolo 4: Le strade sono le piramidi e il Partenone della nostra civiltà

Norm dice anche: “Non abbassare il finestrino. Ignora i cani”. avanti.” Gli occhi del cane appaiono e riappaiono nei buchi della recinzione. I cani guaiscono e saltano. Norm ferma la macchina e scruta la strada. È asfalto. Problema comune.
Non è quello che sono venuti a vedere in qualche cul-de-sac pieno di meticci a Clarksburg, in California.

Sul sedile posteriore, Lloyd sospira e dice: “Hanno coperto un sacco di bei marciapiedi”.

Prima di ritirarsi, i due amici hanno lavorato per un totale di 90 anni per il Dipartimento dei trasporti della California, costruendo ponti lungo tutta l’autostrada tra la fine degli anni ’50 e gli anni ’70. “O forse”, dice Lloyd, “Abbiamo vissuto la stessa identica stagione 90 volte”

Norm Root ha le mani grandi e il viso tondo, mentre Lloyd Johnson è un rettangolo stretto e preciso, vestito di circa nove tonalità di kaki, a cominciare dagli stivali da deserto e procedendo verso l’alto, che lo mimetizzano nell’erba secca delle pendici della Sierra. Norm prende la strada opposta, insieme a vestiti che urlano la sua legittimità: un cappello, una maglietta, delle spille e un documento d’identità della Lincoln Highway Association indossati su una corda intorno alla gola, completati con l’emblema della Lincoln Highway Association sulle porte del camion. Tiene anche un giubbotto CALTRANS arancione, un documento d’identità e un elmetto nel suo Suburban, che a volte adorna con adesivi CALTRANS magnetici. Norm e Lloyd sono tutti cacciatori di asfalto.

Da qualche parte sotto di noi c’è una porzione della prima Lincoln Highway, la prima strada transcontinentale, che si estendeva per 3.389 miglia da New York City a San Francisco. Norm ha raccolto un record di ordini di lavoro finanziati dallo stato. Siamo su “Clarksburg.1917. Strada di cemento di tre metri. Lavori in prigione”.

Clarksburg, dopo una piccola città con una scuola e molti allevamenti di pecore, è stata scavalcata da autostrade più grandi, è scaduta ed è stata rilevata da cani vorticosi che lanciavano spirali di sputi che erano frustrati. Non siamo i benvenuti qui. La norma imposta la Suburban al contrario.

Percorriamo più di strade a sei corsie per raggiungere un’altra parte della Lincoln Highway. Questo segmento è il primo: un campo stretto e bianco di cemento con spalle sgretolate vaga delicatamente intorno ai contorni di una collina. Queste prime strade si sono adattate a tutto il paesaggio invece di rifare la proprietà in modo che le strade possano essere direttamente. Sotto di noi, un’autostrada nuova di zecca taglia la campagna con una linea grossa, come tracciata da un segno. Le macchine su di esso suonano come un fiume impetuoso.

La Lincoln Highway è stata una sorta di trovata pubblicitaria per l’Esposizione Internazionale Panama-Pacifico. Annusando l’opportunità, un gruppo di uomini d’affari formò la Lincoln Highway Association per promuovere l’uso della strada. I promotori comprendevano Carl Fisher, che produceva luci per automobili; i presidenti delle automobili Packard e Hudson; insieme al capo della Portland Cement Association. “Se riescono a far salire gli americani in macchina, avrebbero un po’ di compagnia”, spiega Norm.

L'”autostrada” era una novità tortuosa, un percorso acciottolato su un mosaico di strade vicine di qualità molto variabile. I segmenti più grezzi erano terra. C’erano sezioni fatte di pietre classificate. C’erano strade migliori sormontate da piccole pietre-aggregato-unite con un legante di cemento o asfalto. Lloyd si dirige verso la fetta di Lincoln Highway su cui ci troviamo, indicando una zona di cemento simile a una zebra con grossi pezzi di aggregato di granito. Mi informa che l’aggregato di granito è stato creato dai detenuti della prigione di Folsom lavorando con martelli e scalpelli. Le squadre carcerarie hanno realizzato molte delle strade est-ovest della California, sebbene quelle nord-sud siano state realizzate da costruttori. Lloyd cammina, indicando una cucitura nel cemento in cui il lavoro di un giorno si è fermato e il successivo è iniziato. La norma prende a calci le spalle sgretolate sulla strada,inserito nel 1929, secondo le commesse. Qui, l’asfalto è stato spruzzato su una miscela casuale di sabbia, ghiaia e terra. Lentamente, l’asfalto sta cedendo i sassi.

Harvey, un appassionato professore di ingegneria ambientale e civile, viene dilaniato da una pavimentazione danneggiata. (CJ Burton)

“Se l’asfalto non riceve traffico, cade a pezzi”, afferma Norm. “Le macchine impastano il marciapiede e lo mantengono in vita”.

Lo stato abbozzato della Lincoln Highway fu direttamente responsabile della creazione del sistema autostradale interstatale 35 decenni dopo. Alla conclusione della prima guerra mondiale, l’esercito degli Stati Uniti inviò un convoglio di camion, guidato da un giovane ufficiale annoiato di nome Dwight D. Eisenhower, attraverso l’autostrada. Ha richiesto al convoglio due settimane, viaggiando a una velocità media di 10 km/h, rompendo ponti, rimanendo bloccato nella sabbia e sgranocchiando strade fragili. Nel 1956, il presidente Eisenhower ha aperto il paese con l’Interstate Highway Act.

Norm e Lloyd mi portano su una ruvida strada a pedaggio costruita per i minatori d’oro nel 1852, così intensa che i viaggiatori avevano bisogno di smontare i loro carri e trascinarli pezzo per pezzo sul crinale. Copriamo una chiamata a una strada splendidamente valutata costruita da un ingegnere chiamato Olgivie nel 1861, che attraversa ancora quasi intatta le Sierras. Verso il tramonto ci imbattiamo in un tratto sterrato della Lincoln Highway, costruita nel 1912 attraverso un terreno paludoso e sotto gli alberi . Largo dodici piedi e spesso solo pochi centimetri, sembra delicato come una patatina.

“Immagina,” dice Lloyd, “Eisenhower è passato sopra questo. Proprio sopra questo. Con quel convoglio dell’esercito, avrebbero potuto fare a pezzi questo.”

Le piccole rocce che compongono la superficie della strada brillano leggermente al sole basso. “Ho il forte sospetto che questo fosse ricoperto di asfalto”, dice Norm, poiché controlla gli ordini di lavoro per conferma. “Non è stato riparato da 4.938 cm

Una strada di cemento, ipotizzano, si sarebbe crepata molto tempo fa con questo morbido terreno paludoso, mentre l’asfalto potrebbe drappeggiare sulla terra come una spessa coltre. Siamo in piedi in strada come un mucchio di Encyclopedia Browns aspetta un momento eureka quando Norm, avendo rinunciato a trovare qualcosa di utile nella commessa, grida: “Guarda! Puoi osservare gli ugelli.”

Puoi, ma al contrario. Laddove gli ugelli hanno spruzzato asfalto sulla strada, la superficie è increspata e in alcuni punti gli spruzzi sono mancati, le pietre sono state tutte spazzate via. ho un momento; Mi sento legato a quegli uomini che hanno costruito i nostri partenone, molto tempo fa.

Capitolo 5: Il marciapiede sanguina

“È una strada maledetta”, sbuffa JT Harvey, professore di pavimentazione in ingegneria ambientale e civile all’Università della California a Davis. Indica qualcosa di rosso, traslucido e raccapricciante al centro della corsia davanti a noi, e procede a picchiarlo a 97 km/h con il suo camioncino. Prima di reprimere qualsiasi cosa,” afferma, “Pensi, ‘Oh mio Dio, cosa è successo qui?’ Poi ti rendi conto, ora dell’anno, oh sì, è la stagione dei pomodori”

Sbattiamo all’interno dello striscio di verdure. Per Harvey, i marciapiedi sono così animati che potrebbero anche sanguinare. Sono orecchiabili, noiose e sconcertanti, in continuo cambiamento. L’unica cosa che una strada non fa è sdraiarsi dolcemente sul pavimento. “I marciapiedi sono strutture davvero complesse, più complicate degli edifici o dei ponti”, dice, “È più difficile costruire un marciapiede che mandare semplicemente un uomo sulla luna”

Prendi il marciapiede su cui ci troviamo, la Strada Statale 113. Costruito con oltre un piede di cemento, in piedi insieme a un aggregato trattato con asfalto, che è oltre a un campo di pomodori, dà l’impressione che sia massiccio e passivo. Per Harvey, invece, è una ginnasta piatta. Durante il giorno si riscalda sopra e crea una curva convessa. Di notte si raffredda e si spegne, perché la parte inferiore è umida, forma una curva concava. Nel corso degli anni, si spezzerà sotto la pressione dei camion a doppio rimorchio che trasportano bacche su di essa. Più vicino a Davis, è successo il peggio. L’umidità si è infiltrata sotto le giunture, ha lavato via l’aggregato incoraggiante e ha lasciato le piastrelle che svolazzano quando le guidiamo, creando una corsa accidentata e il famigerato rumore wuka-wuka del cemento che cade. “La pavimentazione ruvida può aumentare un camion”consumo di carburante del 5%”, afferma Harvey, minaccioso.

Harvey è un uomo robusto e ottimista in pantaloncini da trekking taglienti, ma ha sulle spalle quella che chiama “la maledizione” Una volta importante la musica relativamente spensierata, Harvey si interessò alla silvicoltura, poi all’acqua e poi al marciapiede, che lo consegnò al suo destino. “Prima di avere la maledizione, tutte quelle crepe nell’asfalto sono solo linee ondulate”, afferma. “Ma una volta che sai cosa li ha causati, non vedi scarabocchi, vedi problemi profondi.”

All’NCAT, BuzzPowell e la sua flotta di autocarri impostano la pavimentazione attraverso vent’anni di usura e si dividono in due anni e testano superfici sperimentali create per raggiungere obiettivi così ambiziosi come ridurre il deflusso dell’acqua e il silenziamento. (CJ Burton)

Sono ansioso di ricevere la maledizione. Harvey mi porta in giro per la California in modo che possiamo fermarci in vari posti per provare l’asfalto fallito in bicicletta. Mi avverte: “È come la malaria”.

Per fermare: Alligator cracking, chiamato perché la griglia di fratture lascia che il pavimento sembri il dorso del rettile gigante. L’asfalto appena steso è più elastico, ma ogni volta che un camion pesante lo passa sopra, il marciapiede si piega e ritorna e diventa più povero. È come ritoccare un attaccapanni finché non cede. A seconda del clima, l’asfalto può resistere a centinaia di migliaia di assi pesantemente appesantiti. Le fratture dell’alligatore sarebbero le madri delle buche: l’acqua penetra nel pavimento attraverso le fessure e interrompe il pavimento fino a quando non inizia a lavarsi via.

Avanti: solchi. Le gomme di autobus e camion pesantemente caricati spingono sull’asfalto e sui lati. Se l’asfalto è duro, torna indietro. Ma una giornata calda interrompe l’asfalto, riducendone la rigidità e la resistenza al taglio. Un camion che non fa danni alle otto del mattino può iniziare la carreggiata iniziale a metà pomeriggio, una volta che il marciapiede è di 125 gradi. Inoltre diventa più complicato, spiega Harvey, poiché l’asfalto è viscoelastico (ricordate la gomma e il chewing gum). Più pesante è un camion, più spesso diventa il marciapiede. Ancora peggio, quando un camion va più lento, il marciapiede diventa più morbido e la sua resistenza al taglio diminuisce. (Tirare la gomma da masticare lentamente lo rende extra curriculare) Quindi un incubo, dal punto di vista di un ingegnere stradale, è un ingorgo di camion a metà pomeriggio in agosto.

Crepe termiche. Harvey ed io siamo su una pista ciclabile di Davis, California. L’asfalto sembra scuro e ragionevolmente nuovo, eppure è tagliato fino a grandi isole irregolari, come se stessimo guidando all’interno di una serie di polpette isolate di asfalto. Harvey è sconcertato. “Mi aspetterei di vederlo solo in Nevada”, dice, dove le temperature estreme fanno sì che la levigatura si contragga e si espanda in modo così drammatico da rompersi. Pensa che forse qui è stata utilizzata una combinazione di asfalto creata per un clima diverso, o forse la combinazione includeva una roccia che assorbe il legante. Harvey scuote la testa e va avanti.

Per il nostro marciapiede, a circa 2,6 milioni di miglia dagli Stati Uniti secondo l’ultimo conteggio, tutti abbiamo una conoscenza ragionevole: cosa funziona e cosa no. Sappiamo molto poco della pura scienza della pavimentazione. L’asfalto, ad esempio, è costituito da asfalteni, enormi molecole presenti nel petrolio grezzo, desiderabili in gran parte dai costruttori di strade e tetti. I leganti per asfalto sono classificati in base al loro comportamento: quanto sono rigidi o quali temperature li rendono morbidi o fragili.

Harvey mi dice che potrebbe determinare alcuni leganti per asfalto dall’odore. Tuttavia, aggiunge, quasi come un ripensamento, “Hanno esattamente lo stesso sapore”.

Tutto in nome della scienza. Alcuni ricercatori dell’asfalto abbandonano il consumo di asfalto e tentano di approfondire la loro comprensione del modo in cui le rocce e un sottile rivestimento di legante interagiscono con il prelievo di campioni di carota alle università mediche di notte e facendoli scorrere attraverso lo scanner CT per visualizzare la loro geometria 3D.

Il che ci porta nella fessura del riflesso. L’espressione crepa è, ai miei occhi, una tipica cicatrice insignificante. Per Harvey, però, è un enigma profondo e persistente. Le crepe di riflessione appaiono sotto la superficie della strada, negli strati inferiori. Il problema matematico dell’espressione si incrina, dice, è difficile da capire, ma necessario da risolvere. “Quando sei là fuori a riempire le buche con una paletta”, dice, “stai scavando una fossa. Il paziente è già morto”.

Capitolo 6: La pavimentazione è un lavoro per chi è veloce e preciso

In piedi tra i coni arancioni nel mezzo di quattro corsie di visitatori ingombri di gomma, Bill Thomas, che indossa un elmetto a forma di Stetson, sembra nervoso. Thomas è il capo della manutenzione di cinque autostrade della California nella Bay Area, e inizia ogni giorno, e alcune notti, usando un orologio che ticchetta nella sua testa: in un turno deve orchestrare una squadra di pavimentazione per impostare i coni, macinare fuori la vecchia pavimentazione, trascinala via per essere riciclata (quasi tutta la pavimentazione è riciclata, più rispetto a 70 milioni di tonnellate all’anno, più della quantità combinata di plastica, vetro, alluminio e carta, secondo la National Asphalt Pavement Association), poi fare in modo che gli stessi camion raccolgano la miscela calda di inerti e asfalto nell’impianto di miscelazione, infine spargere e arrotolare la miscela prima che si raffreddi, quindi lavare ed uscire.

“Le persone sono arrabbiate quando siamo qui fuori e le persone sono arrabbiate quando non lo siamo”, dice filosoficamente Thomas. Non c’è mai abbastanza tempo, o denaro, per correggere ogni strada, quindi, afferma, operano secondo una politica del “peggio”.

Ora Thomas sta dirigendo l’eliminazione di un’intera corsia di asfalto, profonda 8 cm e lunga poche centinaia di metri. Alcuni dei nove membri dell’equipaggio, vestiti con tute arancioni, spruzzano asfalto agli angoli della corsia, mentre altri macinano un dosso dalla pista ciclabile. Thomas sposta un camion pieno di miscela calda sulla corsia, bloccando il traffico in entrambe le direzioni. Il fosso del camion è coordinato con tutti i movimenti di un caricatore, che sparge la miscela fumante. È una giornata nuvolosa e piena di smog e l’asfalto appiccicoso ci avvolge in una busta di odore di petrolio, astringente e quasi menta. I movimenti dei membri del team sono così esatti e interconnessi che sembrano essere fantasticamente sincronizzati, come se fossero tra quelli che cantano recensioni sommerse da sirene. Tuttavia, ciò sotto cui stanno lavorando non è l’acqua, ma il traffico.Nei sei anni tra il 1992 e il 1998, 841 lavoratori delle autostrade sono stati uccisi negli Stati Uniti, da macchine edili e automobili di passaggio.

Quando la combinazione calda è in calo, l’equipaggio lavora rapidamente per completare i bordi con i rastrelli. Questo vicolo sta diventando più rifinito a mano di quasi tutti quei mobili Ikea nel mio appartamento. Infine, il rullo gira intorno alla corsia, compattando la miscela. Ho pensato di chiedere di salire sulle montagne russe, il sogno di una vita, ma questo lusso non esiste. L’operatore del rullo è forse la persona più importante sulla strada. L’asfalto normale è solo per il 6-7 percento di atmosfera. Un buon proprietario di rulli può farlo scendere al 3%, il che raddoppia la durata della pavimentazione. Un cattivo proprietario di un rullo asfalto sarà il 12% di aria e durerà la metà del tempo.

Capitolo 7: I marciapiedi sono pensieri resi reali

Buzz Powell è biondo, con le lentiggini e un comportamento coscienzioso, e sembra, nel complesso, felice di avere una visita. È il manager della proprietà dell’asfalto di domani, un anello di 1,7 miglia di marciapiede nei boschi vicino a Opelika, in Alabama, gestito dal National Center for Asphalt Testing (NCAT), un’organizzazione sponsorizzata dall’industria. Il circuito di Buzz è costituito da 26 diversi tipi di pavimentazione, dove una flotta di semirimorchi sovraccarichi costringe 16 ore al giorno a simulare l’usura dell’autostrada di 20 anni in due anni. Ogni lunedì, i camion riposano e Buzz percorre il sentiero sdraiato sul carrello di un meccanico, a faccia in giù, per riassumere ogni crepa nell’asfalto con un pennarello, quindi registrarlo.

Confrontando le videocassette, crea mappe di crepe, che mostrano come si formano e viaggiano le faglie. “Non farò le crepe questa settimana”, dice Buzz. “Ho davvero male là fuori lunedì scorso.”

Oggi si presume che l’indice di calore sia di 116 livelli a mezzogiorno: i pini che circondano la pista sono già così caldi che la struttura puzza come il segmento delle candele nel Pottery Barn. Buzz mi porta in pista per vivere i marciapiedi del futuro. Attraversiamo la Florida per raggiungere 61,0 m, quindi su un progetto in fase di test per la Carolina del Nord, quindi il Tennessee, l’Oklahoma e il Mississippi. Questi marciapiedi sono iniziati come idee su cosa avrebbe funzionato meglio in situazioni specifiche. Ora stanno diventando reali.

Che ne dici di un marciapiede silenzioso? Eccone uno che utilizza tutta la consistenza del mais caramellato, creando un’acustica per smorzare il rumore della strada. “Normalmente i cubetti di battistrada di una bicicletta si comportano come martelli dal marciapiede”, afferma Buzz, “e il rumore viaggia intorno alla bici e il pneumatico si comporta come un altoparlante”. Più tardi nel pomeriggio un camion dotato di microfoni girerà lungo la pista per misurare i livelli sonori.

Pavimentazione asciutta? Buzz ne indica uno con uno “scheletro di pietra”, che toglie l’acqua dalla carreggiata e la porta alle spalle.

Ne pensi uno economico? Molti stati hanno difficoltà a trovare aggregati economici e di alta qualità. (Gli Stati Uniti usano 10 tonnellate di aggregati pro capite ogni anno. Da qualche parte c’è una montagna di 400 tonnellate di pietre insieme al mio nome.) Quindi la valutazione dei marciapiedi mescola di aggregati morbidi meno desiderabili per creare strade economiche ma accidentate. Il Mississippi, che non ha rocce autoctone oltre a sabbia, limo e ghiaia, sta testando qui una strada a base di sabbia.

La pavimentazione di prova 1 era così tenera che i suoi grani aggregati sono diventati più lisci e levigati sotto i pneumatici del camion. Come esperimento, Buzz ha implementato su questa sezione una copertura epossidica fatta di bauxite; oggi assomiglia alla carta vetrata. A Buzz piace. La sua strada ideale è quella su cui è facile fermarsi.

Oltre a percorrere la pista sul suo carrello, Buzz guida anche in un furgone che emette laser per misurare le irregolarità. Poi c’è il camion per la misurazione del suono. E troverai termometri in profondità dal marciapiede, estensimetri e anche altri strumenti sepolti nella pista. Alla locale Auburn University, NCAT ha cinque laboratori che sottopongono a torture fette di asfalto per indurre affaticamento, screpolature, solchi e guasti generali.

Soddisfo Blake, che gestisce il camion che guida in pista, e che mi sceglie tra le 8:00 e le 9:00 circa. Il camion sovraccarico che guidiamo, trasportando due rimorchi, gira intorno al sentiero 25 volte quell’ora.

È agosto.

Entro la metà di dicembre, i cinque camion in pista raggiungeranno l’obiettivo biennale di distribuire 10 milioni di carichi per asse sul marciapiede. Blake guida lungo la cerniera, la linea tratteggiata, un’abitudine rimasta dai tempi in cui trasportava carichi, inclusi carri armati Bradley e lanciamissili, in giro per la nazione. Blake dice che mostra i piloti per ottenere questa pista con attenzione. “Richiede un diverso tipo di conducente per fermare un camion che trasporta 72.575 kg. Mani molto ferme. Niente scherzi.” Un movimento di 10 cm nel trattore, dice, si traduce in una coda di pesce di circa 1,2 m nel rimorchio passato. Una volta, un automobilista ha perso il controllo del posteriore e, anche se ha tenuto il trattore sulla strada, “il rimorchio è uscito, si è incastrato nella terra, si è capovolto e lui lo ha trascinato proprio come una slitta”.

Venticinque giri sono un lungo momento. Arriviamo a parlare di autotrasporti in generale. Blake si rammarica di aver trascorso così tanto tempo lontano dalla sua famiglia. “Ero essenzialmente un padre assente”, afferma. Forse questa è una di quelle lezioni di strade: se le costruisci, se ne andranno. “Non devi vivere di nuovo la tua vita una volta che sei diventato saggio”, dice Blake. A meno che, naturalmente, tu non sia un marciapiede.

Capitolo 8: Il marciapiede ha conseguenze indesiderate

La strada verso Huntsville, in Alabama, è rossastra, quasi arrugginita. Sembra molto retrò mentre corre intorno ai luccicanti razzi Saturno, Giove e Mercurio spingendo i loro nasi bianchi contro il cielo. Benvenuti alla Tranquility Base insieme alla Redstone Arsenal, la fabbrica di razzi dello stato.
La pietra rossa che ha dato il nome all’arsenale sembra essere l’aggregato delle strade di Huntsville.

La mossa per “liberare l’agricoltore dalla tirannia della sabbia” ha trionfato al di là delle fantasie più sfrenate della League of American Wheelmen. Le strade ora occupano spazio sufficiente per pagare completamente il 28% dello stato dell’Ohio, secondo uno studio della National Atmospheric and Oceanic Administration. (Il restante 72% dell’Ohio potrebbe essere coperto da ulteriori superfici impermeabili, come tetti e piscine.)

L’International Climate and Hydrology Center presso il Marshall Space Center della NASA è un edificio di tre piani brunastro. Dentro c’è il dottor Dale Quattrochi, che indossa un’allegra maglietta gialla con dei fiori, il genere di cose che potresti indossare per guidare la bicicletta di sicurezza attraverso gli anelli di Saturno. Analizza la pavimentazione, non con un carrello ma con un jet: l’immagine significativa di come la pavimentazione cambia le nostre vite, il clima, il pianeta. La pavimentazione (oltre ad altri e tetti impermeabili) può aumentare la temperatura di una città come Atlanta da due a 8 gradi, creando quelle che Quattrochi chiama “isole di calore urbane”

Per vedere il marciapiede sulla sua scala, Quattrochi invia telecamere a infrarossi molto sensibili nei jet della NASA che volano a 15,0.0 m sopra le città-Atlanta; Baton Rouge, Louisiana; Città del Lago Salato; Sacramento, California. Quello che vede è che il nuovo asfalto nero può diventare troppo caldo come 135 gradi in una giornata calda ad Atlanta. Il vecchio asfalto, che può essere più riflettente, arriva a 125 livelli. Il calcestruzzo, con una riflettività ancora maggiore, si ferma a circa 120 gradi. Un tetto nero molto caldo, invece, può raggiungere i 170 gradi. Uno stand di alberi: 70 gradi.

La pavimentazione crea il proprio clima. Irradiando calore anche dopo che il sole è tramontato, le strade fanno esplodere aria calda verso l’alto in una corrente verticale proprio come un camino, creando onde imprevedibili. Gli impatti delle tempeste potrebbero essere esacerbati anche dalla pavimentazione alla conclusione del processo, quando la superficie impermeabile impedisce il deflusso organico. E se una città ha alti livelli di inquinamento atmosferico, la pavimentazione può peggiorarla ulteriormente. Uno studio dei ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory in California ha scoperto che un aumento di un grado di calore aumenta i livelli di ozono del 3%. Quattrochi sta combinando i suoi database con le persone dei Centers for Disease Control per ricercare il rapporto tra qualità dell’aria e salute umana, inclusi aspetti come gli attacchi d’asma, e sembra che ognuno dei problemi peggiorerà. Entro il 2025,alcuni ricercatori stimano che fino all’80% della popolazione del pianeta avrà seguito le strade nelle città, dove costruiranno residenze che richiedono più strade e creeranno isole di calore in continua crescita.

In effetti, come sosteneva il professor JT Harvey, sarebbe stato più facile mandare un uomo sulla luna che costruire una pavimentazione perfetta, una strada che riflettesse il calore, permeabile all’acqua, flessibile e robusta. Quale di questi antichi bruciatori del 20° secolo avrebbe potuto prevedere che le strade per le quali esercitavano pressioni avrebbero finito per bruciare la terra?


Capitolo 9Immagino di essere diventato un intenditore di marciapiedi

Quindi, prima di lasciare l’Alabama, ho assillato Buzz a farmi guidare una bicicletta sul marciapiede del lungo periodo. Poi ho chiesto a Brian Henry dell’Auburn Bike Shop di darmi una bicicletta, dato che ad Auburn non ci sono contratti di locazione. Incredibilmente, premiata l’incoerenza della mia richiesta, mi aiuta e, una volta che i camionisti scelgono il loro

Vorrei informarti che ho sentito le mie gomme stringere il marciapiede e che potevo sentire la viscosità della bicicletta e del marciapiede, ma potrebbe essere una bugia. Vorrei aver davvero visto il marciapiede diventare più morbido a causa del sole mattutino. Vorrei essere stato in grado, come uno sciamano, di intuire una misteriosa malattia nel profondo dell’asfalto. Piuttosto, ho sentito le mie retine avvizzire per il bagliore. Mi sono sforzato di guidare e bilanciare il mio laptop. Ho ascoltato il battistrada che batteva l’asfalto come un martello e, in mancanza di ciò, ho creato il mio metodo di classificazione del suono del marciapiede: canto, crepitio, maracas, statico e “piccolo barista con uno shaker in miniatura”.

Poi ho smesso di pensare e ho iniziato a guidare, sempre più veloce, sempre più veloce. L’aria si precipitò dalle mie stesse orecchie. Le pietre aggregate sotto di me formavano schemi psichedelici. Ho rallentato, dopo, per rispetto a un armadillo schiacciato, la sua stessa corazza e la coda articolata appiattita dai camion, le braccia fuori come se fosse stato crocifisso. Poi ho pedalato, rotolando sull’asfalto in bicicletta.

Recensione Specializzata Fuze 6Fattie Hardtail

I nuovi pneumatici grassi di medie dimensioni riportano il piacere nell’hardtail

Carson Blume

Era passato ben più di un decennio da quando avevo guidato una hardtail sui sentieri di Downieville. E per una buona ragione: i sentieri della California settentrionale sono così accidentati e veloci da far venire l’acquolina in bocca che raramente riesco a scendere senza un due o un piatto. Le sospensioni hanno reso la guida lì molto più divertente e molto più veloce. Ecco perché c’era una grande parte di me che si sentiva stupida per aver selezionato la nuova hardtail Specialized Fuze 6Fattie piuttosto che la nuovissima Stumpjumper 29er full-suspension della società per Downieville attraverso il suo campo mediatico di Destination Trail.

Avevo passato i sei mesi precedenti a pedalare quasi esclusivamente su 27.5+, o 6Fattie, come preferisce chiamarlo Specialized. Ero passato da scettico a credente in quel breve periodo, ma dovevo ancora provare le ruote da 8 cm ad alto volume su una hardtail. Quindi ci ho provato e ho finito per divertirmi un mondo. Ho finito il giro senza un solo rimpianto e ancora meglio, senza appartamenti. E questa non era una versione deluxe ad alto prezzo; era stato il Fuze 6Fattie Expert che i prezzi solo onestamente non riesco a pensare a una bici che ho guidato nella memoria recente che fornisce un rapporto sorrisi per dollaro maggiore rispetto al Fuze.

Specialized ha rivelato la Fuze e la Ruze 6Fatties da donna at Sea Otter. Un modello CliffsNotes fa qualcosa del genere: le hardtail 6Fattie sono dotate di telai in alluminio con un fantastico fodero laterale diviso a forma di diamante per mantenere la parte posteriore corta pur consentendo spazio di trasmissione e fodero orizzontale per i paffuti pneumatici larghi 8 cm. I mozzi anteriore e posteriore presentano una spaziatura Boost di 148 mm/110 mm insieme ai 3 mm aggiuntivi di spaziatura della corona esterna per adattarsi. Un interessante divario tra le hardtail e le versioni Stumpjumper 6Fattie full suspension è la larghezza del cerchio. Considerando che l’hardtail non ha sospensioni posteriori, Specialized teorizza che i ciclisti eserciteranno una pressione inferiore per ottenere una guida più fluida. Quindi, equipaggia questi modelli con cerchi larghi 45 mm o 38 mm in cui i modelli di sospensione hanno cerchi larghi solo 30 mm.

Il fodero orizzontale diamantato si divide per andare su e sopra l’aspetto più ampio del pneumatico, pur fornendo abbastanza stabilità per affrontare. Ron KochPer le persone che non hanno cavalcato Downieville, tuttavia, dovrebbe essere nella tua lista dei desideri. Il percorso da punto a punto di 15 miglia scende di circa 4,0,0 m su una varietà inimmaginabile di tipi di sentieri e ecosistemi. Non è troppo tecnico, ma ha molte aree che metteranno alla prova le tue abilità e alcune che anche alcuni ciclisti preferiscono camminare. La più grande novità di questa corsa è la velocità pura. Quando mescoli quel ritmo con quei pochi punti tecnologici, le cose diventano interessanti e molto divertenti, molto velocemente.

Abbiamo percorso il percorso di discesa Downieville Classic in una giornata piovosa che inizia con Sunrise to Butcher fino a Third Split, finendo con i percorsi First Split. Potevo sentire l’efficace pedalata hardtail e le caratteristiche di arrampicata sul sentiero Sunrise liscio e fluido. Il Fuze è stato fantastico nel pompare le gocce rotolanti e le curve con berma che sono tipiche di Sunrise. Ho abbassato un po’ la pressione delle gomme ma purtroppo non avevo con me il mio manometro digitale. Ho una sensazione abbastanza buona per la pressione dei pneumatici e immagino di essere a 12-13 psi. La trazione utilizzando tutto lo sporco umido e appiccicoso era l’ideale, quindi 6Fattie era stata eccessiva qui, ma forniva una guida tollerante all’interno della coppia di pietre, radici e dossi sulla strada. La stabilità del pneumatico è eccezionale grazie all’ampio cerchio WTB Scraper da 45 mm,quindi sembra che Specialized abbia fatto una mossa saggia conducendo questo cerchio più ampio sull’hardtail. L’accelerazione sembra comunque un po’ più lenta, quindi c’è un compromesso di peso con il bordo più largo.

Il nuovissimo programma di ruote 6Fattie massimizza la maneggevolezza, la trazione e il galleggiamento senza compromettere le tue prestazioni in salita. Carson Blume

Quando ci siamo imbattuti in oggetti da macellaio sono diventati reali. Il nostro gruppo ha subito subito circa sei appartamenti e un’impronta di carbonio che è stata rotta. Inoltre, è qui che ho dovuto frenare un po’ le cose. Il mix di velocità e rocce ha reso abbastanza evidente che uno pneumatico morbido e non smorzato non è un sostituto per le sospensioni reali. Tuttavia, prende il bordo molto meglio anche di una softtail e la trazione era irreale, anche quando il sentiero si asciugava nelle quote più basse. La forcella Manitou Magnum Comp da 120 mm di escursione ha indubbiamente aiutato le cose quando il gioco si è fatto duro.

Ho imparato rapidamente a utilizzare il bordo della strada, che è più liscio. È anche più sciolto e rivestito con piccole pietre delle dimensioni di una ghiaia che possono essere espulse dalla linea principale, ma le gomme 6Fattie lo gestiscono facilmente. i ciclisti sulle loro bici a sospensione completa in tutti i segmenti tranne quelli più difficili vanno bene. Ancora più importante, mi sono divertito molto di più di quanto avessi bisogno su qualsiasi altra hardtail in condizioni comparabili.
Il set di ruote in metallo personalizzato ha una larghezza di 45 mm per ottimizzare sia la velocità che la forza. Carson Blume

La prima corsa è stata davvero fantastica che un piccolo numero di noi si è diretto verso un viaggio piovoso extra-credito sul Graeagle Lodge dove stavamo per la settimana. I sentieri si intrecciavano dentro e fuori dai minuscoli laghi, ma in molte aree erano quasi tutti di pietra. Ero entusiasta di essere sulla 6Fattie perché ha trovato più presa sulla pietra bagnata e si è spezzata più liscia. Stavo tenendo bene il passo con la squadra e mi divertivo in un modo in cui avrei faticato con una solita hardtail. Queste impressioni sono state ottenute su due giri in 1 giorno, ma sono rimasto davvero molto colpito dalla bici. Il semplice fatto che non ho sofferto un solo piatto quando molti altri avevano sanguinato il sigillante Stans su tutto il sentiero era la ciliegina sulla torta.

Non avrei mai corso una corsa campestre su una hardtail armata 6Fattie, ma per il trail riding generale, è molto superiore agli elefanti in bicicletta di dimensioni normali. La qualità di guida e le caratteristiche delle sospensioni rendono l’hardtail davvero piacevole da guidare di nuovo. E anche il fatto che i normali pneumatici e ruote 29er (con mozzi con larghezza Boost) si adattino a un telaio e una forcella 27.5+/6Fattie significa che una bici come questa può svolgere il doppio compito. Un ciclista può lanciarsi su un set di ruote da corsa leggere da 29 pollici utilizzando pneumatici veloci da 5 cm per competere in una corsa campestre locale, quindi percorrere un percorso tecnico con pneumatici 6Fattie il prossimo.

La Fuze è stata creata per la durata e le prestazioni, e i suoi potenti cerchi in lega consentono di battere forte sul sentiero. Carson Blume Se sembra che abbia bevuto il 27.5+/6Fattie Kool Aid, allora hai ragione, l’ho assaggiato e mi sono appassionato. Questi pneumatici grassi di medie dimensioni non sono per tutti in ogni circostanza, ma ritengo sinceramente che offrano un reale vantaggio in termini di prestazioni per i ciclisti con abilità medie che guidano su percorsi non perfettamente preparati, il che descrive molti individui. L’hardtail dal prezzo conveniente può essere l’applicazione ideale anche per questa misura di pneumatico, poiché la maggior parte di questi acquirenti vuole solo guidare e divertirsi, non vincere gare a livello Pro. Aspettati che Fuze inizi ad arrivare nei negozi già questa settimana. Inizia a cercare una recensione completa in un secondo momento e prova Specialized.com per ulteriori informazioni e prezzi.

La Migliore Attrezzatura Da Ciclismo Del Decennio

Ci sono stati probabilmente importanti progressi tecnologici nel ciclismo negli ultimi dieci anni rispetto a molti decenni prima. Solo 10 anni fa le maglie da strada erano larghe, l’equipaggiamento aerodinamico era riservato per alcune prove a cronometro, i freni a disco si trovavano solo sulle mountain bike e gli articoli contagocce erano ancora stranezze.

Ma i miglioramenti sono volati di recente, e non solo piccoli. Considera i massicci cambiamenti nelle dimensioni e nella geometria delle ruote delle biciclette da montagna, l’alterazione digitale (quindi wireless), l’enorme afflusso di strumenti informativi, un’intera rivalutazione di cui può andare una bici da strada e l’ascesa fulminea delle e-bike. La tecnologia sviluppata nell’ultimo decennio ha cambiato radicalmente la strada del viaggio.

Continua a scorrere per visualizzare le nostre selezioni migliori o utilizza i collegamenti sottostanti per passare direttamente a un determinato anno.

.

RockShox Reverb Stealth

Cappotto Fox Kashima

Cervelo R5CA

Castelli Gabba

Il decennio è iniziato con l’adozione diffusa di un pezzo di tecnologia che ha avuto un profondo effetto sulla mountain bike (e potrebbe comportare notevoli cambiamenti nel design del telaio e nella geometria in seguito): il reggisella telescopico RockShox Reverb. Anche se esistevano alcuni contagocce primitivi, questo aveva un instradamento interno dei cavi, che consentiva cadute maggiori insieme a un layout più semplice. Il cappotto Kashima dorato e scivoloso della volpe è apparso per la prima volta sulle sue forcelle e ammortizzatori; Cervelo ha presentato la R5CA, una bici da arrampicata ultraleggera che è stata realizzata da decenni; e Castelli piazzano il bar per l’abbigliamento da maltempo con la maglia Gabba.

.

Campagnolo EPS

TrainerRoad

Shimano Ultegra 6700

Questo è stato l’anno in cui il cambio elettronico ha avuto un grande successo. Dopo 20 decenni di crescita, Campagnolo ha rilasciato EPS, il suo sistema di cambio digitale iniziale, per Record e Super Record. Shimano ha seguito con Ultegra Di2 con E-Tubes, l’exploit di cablaggio molto migliorato in uso oggi. Sempre nel 2011, il ciclismo virtuale ha avuto inizio (più che altro un prologo, in realtà) con il lancio di TrainerRoad.

.

Colnago C59 Disco

SRAM XX1

Mondraker Foxy XR

Fasi Powermeter

Shimano Dura Ace 9000

Mentre Internet impazziva per i film di Harlem Shake, Colnago ha lanciato la C59 Disc, la prima bici da strada di fascia alta dotata di freni a disco. I puristi erano sbalorditi e i motociclisti professionisti non avevano bisogno di niente a che fare con questo. Ora è difficile individuare una bici da strada senza dischi. Shimano ha fatto il salto a 11 velocità con il suo gruppo DuraAce 9000. Inoltre, nel 2012, Stages ha lanciato la prima generazione del suo ora popolare misuratore di potenza a un lato, il primissimo contatore elettrico a manovella che era marginalmente conveniente.

Anche le mountain bike inizieranno la loro transizione dai deragliatori anteriori quest’anno. SRAM ha pubblicato XX1, la primissima trasmissione 1x dedicata per mountain bike. E Mondraker ha sviluppato la Foxy XR, che ci ha introdotto a quella che oggi chiamiamo la moderna geometria delle mountain bike con il suo design lungo, basso e povero.

.

SRAM ROSSO 22

Freni a disco da strada SRAM

Specialized S-Works Evade

Wahoo Kickr

Computrainer era il re indiscusso del ciclismo digitale, nonostante le immagini che a quanto pare non erano state aggiornate dall’originale Zelda. Ma un’azienda tecnologica di Atlanta chiamata Wahoo Fitness ha visto il potenziale per l’indoor bike e nel 2013 ha rilasciato il Kickr. Zwift e la mania del ciclismo digitale erano ancora a pochi decenni di distanza, quindi questi istruttori hanno trovato principalmente casa negli studi di allenamento da quando CompuTrainer si è avvicinato all’estinzione. SRAM si è unita alla celebrazione delle 11 velocità con RED 22, quindi ha alzato la posta con i propri freni per biciclette da strada, che hanno rapidamente trovato una casa benvenuta sulle bici da ciclocross. L’anno ci ha portato anche la Specialized S-Works Evade. Sebbene non sia il primo casco aero da strada (Giro ha fondato l’Air Attack nel 2012), l’Evade era sia aerodinamico che ben ventilato in modo da poterlo indossare più spesso. Sembrava anche fantastico,il che non era vero per molti antichi caschi da strada aerodinamici.

.

Garmin Vector

Guida SRAM

Yeti SB5c con Alter Infinity

Freni a disco da strada Shimano R785

Shimano XTR Di2

Garmin è entrata nel mercato dei misuratori di potenza utilizzando i suoi pedali Vector, il primo misuratore di potenza basato su pedali. I pedali non erano perfetti e molti ciclisti sponsorizzati Garmin hanno comunque optato per SRM, ma il tecnico ha introdotto l’idea che spostare un misuratore di potenza da una bici all’altra potrebbe presto essere facile come scambiare i pedali. Shimano ha rilasciato i suoi freni per bici da strada R785 con cambio elettronico, ma ci sarebbero voluti un paio di anni prima di vedere una versione con freno a disco idraulico di DuraAce Di2. Shimano ha anche creato XTR Di2, la prima trasmissione per bici da montagna con cambio digitale. Insieme all’SB5C di Yeti, le sospensioni posteriori sono migliorate utilizzando il collegamento Switch Infinity, offrendo ai ciclisti una combinazione molto migliore di pedalata ferma e grande aderenza ai piccoli urti rispetto a qualsiasi altra cosa al momento.

.

SRAM Red eTap

Male il seguito

Trek Madone

Cannondale Slatenon

Zwift

Probabilmente, il 2015 è stata la stagione più importante per la tecnologia del ciclismo. Zwift ha raggiunto il negozio di programmi, mostrando ai ciclisti che l’indoor cycling potrebbe essere molto più che solo sudore e potenza, potrebbe anche essere divertente. Cannondale ci ha regalato la Slate, una bici da strada dall’aspetto divertente con pneumatici grassi e sospensioni anteriori che era in anticipo sui tempi. Trek ha portato le bici da strada aerodinamiche in un’altra stratosfera con la Madone, inaugurando l’era del tutto integrato e proprietario (con grande dispiacere dei meccanismi). SRAM si è unita alla festa del cambio elettronico con Red eTap, il primo sistema di cambio wireless. Gli appassionati di mountain bike ricorderanno il 2015 come l’anno in cui hanno visto per la prima volta The Following, una bici da strada radicalmente nuova di Terrible con ruote da 29 pollici (riservate principalmente alle biciclette XC a corsa breve all’epoca), 120 mm di escursione nella ruota posteriore,e angoli del telaio realizzati con versioni a corsa lunga. Nasce così la bici da strada contemporanea, che può aderire alle grandi biciclette in discesa e allo stesso tempo guidare efficientemente a poppa.
.

Peso Orizzonte 650 x 47

Shimano Dura Ace 9100

SRAM Eagle

Dopo essere diventato così grande l’anno prima, sembra che il business delle biciclette fosse un po’ sbronzo nel 2016. Tuttavia, SRAM ha aggiunto il seguente ingranaggio alle proprie trasmissioni per mountain bike utilizzando Eagle 12speed e la sua cassetta 1050. Shimano alla fine ci ha regalato DuraAce 9100 con freni a disco idraulici che ha ritenuto degno di inclusione nel loro livello più alto di componenti. E i nuovissimi pneumatici Horizon 650 x 47 di WTB hanno indicato che i pneumatici grassi sui cicli drop pub erano qui per restare.

.

Marin Hawk Hill

Gore Shakedry

Specialized Tarmac SL6

Specialized ha offuscato il confine tra bici da arrampicata leggere e biciclette aerodinamiche con la sua nuova The Tarmac SL6, che ha preso in prestito la tecnologia dalla Venge ViAS completamente aerodinamica. I sedili ribassati Tarmacs sono ora onnipresenti sulle bici da strada aerodinamiche. La Hawk Hill di Marin ha colpito i sentieri per la prima volta, offrendo ai pescatori una buona opzione per una bici a sospensione completa economica. Gore ha introdotto il cappotto Shakedry, un impermeabile apparentemente magico che offriva una vera resistenza all’acqua e una grande traspirabilità. Inoltre, potresti piegarlo abbastanza piccolo da stare nelle tasche più strette della maglia.

.

ANGi . specializzato

Valvola Live Fox

Giro etere

Shimano XTR 12 velocità

Campagnolo 12 velocità

Dopo diversi anni lenti, l’industria delle biciclette ha abbandonato alcuni attrezzi davvero innovativi. Giro ha collaborato con MIPS sull’etere, introducendo un casco con un guscio esterno che si muove all’impatto nel tentativo di ridurre ulteriormente le forze trasmesse al cervello in caso di incidente. Specialized ha introdotto ANGi, un sensore di impatto che rileva sia le forze rotazionali che lineari e allarmi contatti di emergenza. Shimano ha seguito SRAM a 12 velocità con il suo nuovo gruppo di mountain bike XTR, anche Campagnolo non solo catturato sul carro del freno a disco, ma è passato a 12 velocità. Ultimo ma non meno importante, Fox ha pubblicato Live Valve, forse uno dei miglioramenti più rivoluzionari nella tecnologia delle sospensioni.
.

Trek Domane SLR

SRAM AXS

Specialized S-Works Turbo Creo

Le e-bike hanno cambiato rapidamente il panorama della bicicletta e hanno reso l’andare in bicicletta più accessibile che mai. La tecnologia della batteria e del motore stava progredendo a velocità di curvatura e Specialized la spinse più lontano con il suo S-Works Turbo Creo. Non capita spesso che un pacchetto di tecnologia per biciclette influisca su ogni cosa, ma questa bicicletta piccola e leggera con batteria e motore ci ha mostrato cosa potrebbero essere le bici da strada elettriche. SRAM AXS ha attirato il passaggio wireless sulle mountain bike e ha inserito una dodicesima marcia nella trasmissione da strada. Trek ha alzato un livello che si alza sempre di più usando la Domane SLR, una bici da strada leggera e aerodinamica che è più veloce, leggera e più comoda rispetto all’edizione precedente, vanta anche un enorme spazio di 38 mm per i pneumatici.

Vai All’enduro Completo Con La Pivot Firebird

Vai All'enduro Completo Con La Pivot Firebird

Arrampicati, distruggi, ripeti su questa bici da enduro aggressiva

Le grandi bici da enduro controllano il caos: una sezione impegnativa di sentiero con rocce e cadute, girata a una velocità che è appena percorribile per me su una bici da strada, è corretta dove la Firebird inizia davvero a esibirsi.

A chi è
rivolto : se la tua idea della corsa perfetta comporta la corsa lungo sentieri che sarebbe una sfida anche da percorrere e il passaggio alla vetta di una montagna per ottenerli, avresti difficoltà a trovare uno strumento migliore per il lavoro.

Cosa ci è piaciuto :
Sono rimasto molto colpito da come il Firebird eccelleva su sentieri estremamente ripidi e nodosi. Il merito va alla sua corsa aggiuntiva, alla scossa Fox X2 incredibilmente controllata, all’angolo di sterzo rilassato di 65 gradi e a un centro anteriore (distanza dal mozzo anteriore del movimento centrale) più lungo di quello di alcuni modelli enduro di una taglia più grande.

Mentre la sua bici XC, a 134 libbre la Firebird è così leggera per una bicicletta da viaggio da 170 mm, e con Pivots XT / XTR 1x le build di fascia più alta sarebbero più leggere. (Mi sono trasferito all’aggiornamento della ruota in carbonio Reynolds.) Le sospensioni DW-link della bici e i suoi possedimenti anti-squat integrati, continuano a pedalare in modo abbastanza nitido da mettere in imbarazzo una grande quantità di biciclette da strada, con o senza gli ammortizzatori Fox Float X2. scalata interruttore partecipato. Ho anche pulito un rialzo sciolto, ripido e specializzato che in precedenza ero in grado di scalare solo su una bicicletta utilizzando pneumatici larghi più di 7 cm. Un angolo di sella ripido di 74 gradi mantiene il ciclista centrato sulla bicicletta in salita, rendendo le pendenze quasi verticali molto più facili di quanto si possa immaginare per una bici così grande.

Una bicicletta così lunga e inattiva richiede una modalità di guida leggermente diversa rispetto a una bici da trail. Invece di svoltare in curva con l’avantreno, inizi una curva con un colpetto della barra, quindi controsterzi mentre la bicicletta si sposta, a volte sterzi praticamente con la parte posteriore. La geometria Firebirds funziona particolarmente bene nelle estremità super ripide usando una sporgenza al centro, dove ci cadi dentro fino a attraversarla.

Attenzione: non
ci sono borchie del portaborraccia all’interno del triangolo anteriore, quindi dovrai indossare un pacchetto di idratazione o un marsupio.

Il Takeaway:
Tra i cliché delle bici da enduro più abusati c’è anche, Si arrampica come una bici da cross country e sembra una bici da downhill. Dal punto di vista della geometria, del peso e della resistenza al rotolamento, cosa che probabilmente non accadrà mai, ma la Firebird in carbonio completamente ridisegnata Pivots ci avvicina a questo graal di qualsiasi altra bici che abbia mai guidato.